L'ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Campania nel corso di questa settimana ha provocato, un po' ovunque, ingenti danni. Lo mostrano chiaramente le immagini prese dal satellite del Defis, la direzione generale dell'Unione Europea che si occupa di difesa e spazio, che fanno vedere chiaramente gli effetti di frane, smottamenti e inondazioni che hanno colpito varie zone della Regione. Come dice il Defis, la piene di torrenti e fiumi, che hanno causato alluvioni e smottamenti, hanno lasciato diverse città isolate e senza acqua corrente. Ieri a Capua, ad esempio, nella provincia di Caserta, è esondato il fiume Volturno, costringendo il sindaco, Luca Branco, a chiudere tutte le scuole del territorio. A Celzi, invece, alcune famiglie hanno dovuto lasciare le proprie case per l'alluvione che ha colpito il piccolo centro nella provincia di Avellino.

Meteo Campania, nel weekend gelo e neve

A questo si aggiunge il fatto che, in Campania, l'ondata di maltempo non sembra volersi placare. A partire da domani, sabato 13 febbraio, e nel corso di tutto il weekend, le previsioni del tempo indicano un netto peggioramento: è previsto un brusco calo delle temperature, che si avvicineranno pericolosamente allo zero, con l'alta probabilità di nevicate anche a bassa quota e lungo le coste, come a Napoli e Salerno. Gli esperti infatti prevedono che, a partire dalla serata di domani, la neve imbiancherà gran parte delle regioni del Meridione, tra cui la Campania, ma anche Puglia e Basilicata, con alta probabilità di nevicate lungo le coste, soprattutto quelle del versante tirrenico, tra cui appunto quella del capoluogo campano.