45 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Trasporto pubblico a Napoli

I monopattini a noleggio a Napoli tornano a maggio: parla l’assessore Cosenza. E c’è obbligo di casco

L’assessore ai Trasporti Edoardo Cosenza a Fanpage.it: “Ci auguriamo che il primo dei tre operatori possa avviare le attività entro maggio”. Obbligo di casco per i minori di 18 anni.
A cura di Pierluigi Frattasi
45 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Trasporto pubblico a Napoli

I primi monopattini elettrici a noleggio potrebbero tornare nelle strade di Napoli entro la fine di maggio. "Siamo nelle fasi finali del perfezionamento contrattuale con le polizze fidejussorie – conferma a Fanpage.it l'assessore ai Trasporti Edoardo Cosenza – Ci auguriamo che almeno il primo dei tre operatori, che è più avanti con la documentazione, possa avviare le attività entro maggio". Al momento, quindi, "non c'è nessun problema" per il ritorno dei monopattini elettrici nel capoluogo partenopeo. I mezzi a due ruote smart torneranno sul Lungomare, al Vomero, al centro storico e nel resto della città. Ci saranno, però, nuove limitazioni rispetto al passato, con i limiti di velocità di 20 chilometri orari e obbligo di casco per chi ha meno di 18 anni.

Non potranno circolare a Borgo Marinari e San Gregorio Armeno

A Napoli ci saranno tre società di monopattini: Voi technology Italia srl, Bit mobility srl e Bird rides Italy srl, per un totale di 2.100 mezzi in tutta la città, 700 per ciascun operatore. I monopattini si potranno noleggiare con l'app, direttamente dallo smartphone. Il Comune di Napoli ha approvato l'anno scorso (delibera di giunta 187 dell'8 giugno) l’aggiornamento delle linee di indirizzo per svolgere servizi di mobilità in sharing con monopattini elettrici nel territorio comunale, andando a recepire anche le novità introdotte dal Codice della Strada. Confermato anche il perimetro della zona dove non sarà possibile utilizzare i monopattini. Non sarà consentito usarli a Borgo Marinari, San Gregorio Armeno e nei parchi pubblici cittadini, se non espressamente autorizzati da apposito regolamento. Non solo. Perché i monopattini dovranno essere lasciati negli stalli riservati a scooter e motorini, prioritariamente, o nelle apposite rastrelliere.

Tutte le regole dei nuovi monopattini

Il servizio di sharing, per il resto, sarà simile a quello già visto a Napoli negli scorsi anni (2020-23), secondo lo schema “one way” (ovvero con la possibilità di rilasciare il dispositivo in un punto diverso da quello di prelievo) e la gestione free floating, station based o ibrido, con hub virtuali e fisici. Ogni operatore verserà un contributo minimo di 8 euro all'anno per ogni monopattino. Il servizio dovrà essere garantito in almeno 5 municipalità.

I monopattini potranno circolare solo sulle strade urbane dove è consentita la circolazione dei velocipedi. Non potranno superare la velocità di 20 km/h quando circolano sulla carreggiata e di 6 km/h quando circolano nelle aree pedonali. Quelli elettrici potranno essere condotti solo da utilizzatori che abbiano compiuto 14 anni. I conducenti di età inferiore a 18 anni hanno l'obbligo di indossare un idoneo casco protettivo conforme. Vietato trasportare altre persone, oggetti o animali, trainare veicoli, condurre animali e farsi trainare da un altro veicolo.

45 CONDIVISIONI
Trasporto pubblico a Napoli
957 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views