22.152 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

I complimenti di Sting a Clementino: “Non capisco il dialetto ma quando canti di Napoli sento amore e passione”

Il rapper, che ha partecipato al documentario “Posso entrare? An ode to Naples” di Trudie Styler, ha pubblicato un video con gli apprezzamenti che gli ha rivolto il marito, la popstar Sting.
A cura di Nico Falco
22.152 CONDIVISIONI
Immagine

A volte la lingua non serve, i concetti passano oltre le parole e arrivano lo stesso, quando partono dal cuore. É il complimento che la popstar Sting ha rivolto al rapper napoletano Clementino, che ha collaborato al documentario dedicato a Napoli girato dalla moglie, Trudie Styler, presentato a fine ottobre scorso al Festival del Cinema di Roma.

Tutto ripreso in un video-selfie che l'artista, di natali avellinesi ma cresciuto nell'hinterland di Napoli, ha pubblicato sul proprio profilo su TikTok. Nelle immagini, visibilmente contento e anche molto emozionato, ascolta le parole di Sting:

Clementino, io non capisco il dialetto napoletano, ma capisco il linguaggio del cuore. Quando canti della tua città io sento amore, passione, io sento l'intera storia della tua città di 3mila anni. E io capisco di più rispetto alla lingua. Arriva dal cuore. Questo è veramente napoletano. Grazie.

Il cantante britannico è stato per qualche giorno in Italia con la moglie per il documentario "Posso entrare? An ode to Naples", dedicato alla città partenopea, girato dall'attrice e produttrice e attivista e prodotto da Big Sur, Mad Entertainment, Rai Cinema e Luce Cinecittà. La pellicola è stata presentata alla Festa del Cinema di Roma e proiettata nei cinema il 6, il 7 l'8 novembre; il 25 ottobre, invece, c'è stata l'anteprima, al multicinema The Space di Napoli. Il documentario si apre con la canzone inedita "Neapolis", interpretata da Clementino.

22.152 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views