174 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Giro d’Italia 2024 a Napoli, i luoghi migliori per guardare la corsa in bici

I luoghi e gli orari del Giro d’Italia della tappa del 12 maggio Avezzano-Napoli. Quali sono i punti migliori di osservazione in città. Tutte le strade interessate.
A cura di Pierluigi Frattasi
174 CONDIVISIONI
Immagine

Il Giro d'Italia 2024 arriva a Napoli con la nona tappa della 107esima edizione, domenica 12 maggio. Per il terzo anno consecutivo la corsa rosa toccherà anche il capoluogo partenopeo, questa volta con un percorso particolarmente impegnativo nel finale che porterà i ciclisti ad affrontare in salita il promontorio di Posillipo, per poi scendere verso il Lungomare di via Caracciolo. Gli ultimi 3 km su viale Dohrn e via Caracciolo saranno pianeggianti, con la volata spettacolare degli atleti verso la Rotonda Diaz, dove ci sarà il traguardo d'arrivo. Ma quali sono i punti migliori per assistere alla gara in diretta a Napoli?

I ciclisti, che partiranno da Avezzano, in Abruzzo, entreranno in città dall'area occidentale, lasciandosi alle spalle il Comune di Pozzuoli. Attraverseranno, quindi, vari quartieri: Bagnoli, Fuorigrotta, Posillipo e Chiaia. Tutto il percorso sarà transennato e presidiato dalle forze dell'ordine. Sono stati predisposti 26 postazioni in totale, in particolare in corrispondenza di piazze e incroci, dove è più probabile che i cittadini possano riunirsi per assistere dal vivo all'evento sportivo. Tra i punti d'osservazione più suggestivi dai quali si potrà godere di una vista migliore, ci saranno sicuramente viale Kennedy, piazzale Tecchio, via Manzoni, via Petrarca, via Orazio, Mergellina, il Lungomare di via Caracciolo e piazza Vittoria, dove ci sarà il giro di boa e la volata finale verso la Rotonda Diaz dove c'è l'arrivo.

I luoghi e gli orari del Giro d'Italia della tappa del 12 maggio

La manifestazione sportiva durerà a Napoli circa 3 ore e mezza, dalle 14,00 alle 17,30. La corsa rosa, infatti, sarà preceduta dal Giro E, l'e-bike experience, organizzata da RCS Sport, che si svolge nei giorni e sulle strade del Giro d’Italia, i cui ciclisti entreranno a Napoli attorno alle 14,45. I ciclisti entreranno nel Comune di Napoli da Pozzuoli. Nell'ultimo tratto dei Campi Flegrei passeranno in via Solfatara, costeggiando il cratere sulla sinistra, e in via San Gennaro Agnano.

Arriveranno nel quartiere napoletano di Bagnoli da via Provinciale San Gennaro, proseguiranno, poi, sulle seguenti strade:

  • via Nuova Agnano, attraverseranno Viale Giochi del Mediterraneo,
  • viale Kennedy,
  • piazzale Tecchio, passeranno davanti allo Stadio Maradona
  • via Diocleziano,
  • viale Cavalleggeri d’Aosta,
  • via Pasquale Leonardi Cattolica,
  • Discesa Coroglio in salita,
  • via Boccaccio,
  • via Manzoni,
  • via Petrarca,
  • via Orazio,
  • via Mergellina,
  • piazza Sannazaro,
  • viale Gramsci,
  • piazza della Repubblica,
  • viale Dohrn,
  • via Caracciolo,
  • piazza Vittoria, dove si sarà il giro di boa,
  • via Caracciolo,
  • Rotonda Diaz, dove c'è l'arrivo, previsto tra le 17,15 e le 17,30.

La volata finale, che si disputerà, come nelle scorse due edizioni, in direzione Mergellina, determinerà il vincitore che potrà scrivere il suo nome, subito dopo il traguardo, sull’albo d’oro preparato dalla Città Metropolitana con i vincitori di tutte le tappe con arrivo a Napoli, da Giovani Rossignoli nel 1909 fino a Mads Pedersen lo scorso anno. Sarà il 45° tassello.

Immagine

Previsti 700 milioni di telespettatori: i numeri del Giro

Sono previsti 700 milioni di telespettatori di audience potenziale dei 190 Paesi collegati dai 5 continenti la possibilità di ammirare alcuni dei luoghi più belli al mondo e fare un viaggio nell’incanto tra storia, bellezza, archeologia e patrimoni UNESCO.

Nella scorsa edizione, la Corsa ha avuto una copertura tv nel mondo di 23.285 ore di trasmissioni televisive per un’audience complessiva globale 694 milioni di persone. L’organizzazione ha accreditato 1.435 media di cui 1.098 giornalisti e 337 fotografi rappresentativi di 704 testate internazionali, nazionali e locali, con 89.200 articoli. Ma non solo tv e media: 10,4 milioni sono stati gli spettatori che hanno assistito al passaggio della Corsa in strada, lungo il percorso, di cui 1,3 mln giovani sotto i 14 anni.

Importanti anche i numeri del Giro digital website e app, che ha fatto registrare una copertura live di 38 milioni (+14% rispetto al 2022) con 427 news e 211 milioni di pagine viste; 200 milioni le visualizzazioni di contenuti video (+14% vs 2022).

La tappa di Napoli 2023 si è classificata al 3° posto come valore in visibilità TV mondo. Lusinghieri anche i dati di audience della TV italiana (RAI 2), con una percentuale pari al 20% di share. Una delle migliori tra le tappe non di montagna. In ambito digitale, per la tappa di Napoli 9 milioni le pagine viste (rispetto alle 5,6 mln del 2022) con 13,6 milioni di social impression.

Manfredi: "Strumento di promozione del territorio"

Il sindaco metropolitano di Napoli, Gaetano Manfredi, ha commentato:

Il Giro è uno degli eventi sportivi più rilevanti a livello mondiale ma, soprattutto, è un formidabile strumento di promozione del territorio che ha portato, nei due anni precedenti, un grandissimo successo in termini di visibilità internazionale alle nostre incommensurabili bellezze. La straordinaria stagione turistica che Napoli e la sua area metropolitana stanno vivendo è frutto anche di queste azioni che abbiamo messo in campo. Ed è per questo che abbiamo voluto che, anche per la 107ª edizione, la Corsa rosa facesse tappa qui, con una doppia splendida occasione di promozione della nostra terra, che non ha eguali al mondo, e siamo riusciti in un intento che definirei senza precedenti, quello di portare il Giro a Napoli per la terza volta consecutiva.

Quest’anno per la prima volta Banca Ifis ha effettuato uno studio scientifico che stima l’impatto economico del Giro d’Italia e individua comportamenti, attitudini e identikit degli spettatori e dei turisti sui territori. Secondo questa analisi, nel 2023 il Giro d’Italia ha generato un valore pari a 2 miliardi di euro, dimostrando la sua forza attrattiva e producendo valore economico per i territori che lo hanno accolto. Il potere attrattivo dei paesaggi italiani, unito al fascino della manifestazione, è un assist per il turismo: 1,8 milioni di spettatori che hanno seguito il Giro tramite i media intendono visitare i luoghi che li hanno affascinati. La voglia di rivivere i luoghi del Giro è supportata anche dalla pluralità di esperienze che si possono fare: dall’enogastronomia alla cultura, dalla natura e svago allo shopping. “In tutto questo l’area metropolitana di Napoli è in grado di svolgere un ruolo incredibile, grazie all’enorme patrimonio di bellezza che può offrire a turisti, visitatori e appassionati”, ha sottolineato il Vicesindaco della Città Metropolitana, Giuseppe Cirillo.

Immagine
174 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views