37 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Gazebo di bar e ristoranti abusivi in via Foria, scatta il sequestro: il titolare aveva già violato i sigilli

Sequestrati i dehors di bar e ristoranti in via Foria.
A cura di Pierluigi Frattasi
37 CONDIVISIONI
Immagine

Sigilli ai dehor di bar e ristoranti in via Foria al centro storico di Napoli: sono abusivi. Gli agenti della Polizia Locale della UO San Lorenzo della Polizia Municipale, guidati dal Comandante Gaetano Frattini, sono intervenuti per ispezionare le attività presenti in Via Foria dove per due titolari di pubblici esercizi sono scattati i sigilli. Nello specifico il titolare di un’attività di somministrazione di bar è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per violazione dei sigilli ed il manufatto sottoposto a sequestro penale.

In particolare il titolare aveva occupato, precedentemente, suolo pubblico attraverso la realizzazione di un’area allestita con tavoli, sedie ed una pedana ancorata al suolo per un totale di 24 metri quadrati senza autorizzazione per questo veniva sottoposta a sequestro penale per invasione e danneggiamento di suolo pubblico. Successivamente veniva disposto dall’Autorità Giudiziaria, su richiesta del titolare, il dissequestro temporaneo per il ripristino dello stato dei luoghi.

Finite le operazioni di ripristino l’area veniva risequestrata e veniva inoltrata la documentazione all’autorità giudiziaria. Da un successivo controllo veniva accertato che era stato realizzato un manufatto chiuso su quattro lati ancorato al suolo in modo stabile con bulloni, composto da travi di alluminio e tendoni di materiale plastico che ospitava al suo interno tavoli, sedie, impianti di illuminazione e di riscaldamento. Accertato che era un’ulteriore superficie a servizio dell’attività di somministrazione si procedeva nuovamente al sequestro penale della struttura ed a deferire il titolare dell’attività per violazione dei sigilli, in quanto area ancora sottoposta a sequestro, e per la realizzazione del manufatto senza alcuna autorizzazione.

Immagine

Sequestrato anche il gazebo di un ristorante

Stessa sorte è scattata per il titolare di un’attività di ristorazione che aveva realizzato anch’esso una struttura di 30 metri quadrati allestita con tavoli, sedie, impianti di illuminazione e riscaldamento a servizio della propria attività creando un vero e propria aumento di volumetria senza alcuna autorizzazione. Pertanto anche questa struttura veniva sequestrata ed il titolare deferito all’autorità giudiziaria.

Durante il presidio del territorio in Piazza Garibaldi gli agenti hanno sequestrato penalmente 33 paia di scarpe contraffatte recante marchio di nota casa di moda (NiKe). Altro sequestro penale veniva effettuato, sempre in Piazza Garibaldi, avente ad oggetto 17 borse sempre con marchio contraffatto. La merce abbandonata da ignoti che si davano alla fuga alla vista degli agenti. Sarà cura da parte della polizia locale dare continuità all’azione di controllo del territorio al fine di garantire sicurezza e legalità sul territorio.

Immagine
37 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views