Trasporto pubblico a Napoli
24 Settembre 2021
10:20

Galleria Vittoria, altri lavori: 9 mesi per rifare le facciate tra via Acton e Chiatamone

Nuovi lavori sulla Galleria della Vittoria di Napoli, chiusa da settembre dello scorso anno dopo il crollo di un pannello dalla volta. Al cantiere all’interno del tunnel, già allestito da Anas e Comune, che durerà fino a dicembre, se ne aggiungerà anche un altro della durata di nove mesi circa per rifare le facciate esterne della galleria su via Acton. Ecco dove saranno i cantieri. Imbuto in via Chiatamone.
A cura di Pierluigi Frattasi

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Trasporto pubblico a Napoli

Nuovi lavori sulla Galleria della Vittoria di Napoli, chiusa da settembre dello scorso anno dopo il crollo di un pannello dalla volta. Al cantiere all'interno del tunnel, già allestito da Anas e Comune, che durerà fino a dicembre, se ne aggiungerà anche un altro della durata di nove mesi circa per rifare le facciate esterne della galleria su via Acton, dove si trovano i 12 locali ipogei e dove la settimana scorsa si è verificato un altro crollo di calcinacci, e su via Arcoleo, dove si trova l'altro ingresso del tunnel. Le facciate erano transennate dal 2015, quando avvenne un altro crollo significativo all'esterno della struttura. Il Comune allestì allora delle impalcature di sicurezza per evitare che i calcinacci cadessero in strada.

Lavori per 1,3 milioni

Adesso, a 6 anni da quel cedimento, arrivano finalmente i lavori di ristrutturazione, per la “messa in sicurezza definitiva e il restauro delle facciate della galleria della Vittoria fronte occidentale – fronte orientale e adiacente muro di sostegno di via Cesario Console”. Palazzo San Giacomo, il 28 settembre 2020 aveva lanciato l'avviso pubblico e il 15 settembre scorso, l'appalto è stato affidato alla Rti Orfè Costruzioni Srl (capogruppo mandataria) – Dafne Restauri Srl (mandante), con sede alla Stazione Marittima di Napoli, per 1,5 milioni di euro, che ha avuto la meglio su altre 17 offerte, con un ribasso d’asta offerto del 22,389%. Fondi attinti dalle risorse del “Patto per Napoli” FSC 2014/2020, voluto dal Governo Renzi nel 2017.

Saranno totalmente rimesse a nuovo le due maestose facciate monumentali di via Acton e via Arcoleo, che collegano il tunnel di oltre 600 metri che attraversa il Monte Echia. Sarà rifatto, inoltre, il lungo prospetto in muratura che da via Acton arriva a via Cesario Console, con le scalinate in pietra lavica, le facciate esterne dei 12 locali ipogei (uno dei quali ospita l'ascensore Acton dell'Anm), le balaustre superiori e i cosiddetti Giardini della Litoranea, che si trovano a fianco a Palazzo Reale, dove saranno sistemate anche le pavimentazioni in basolato, oggi irregolari e sconnesse. Il progetto esecutivo iniziale prevede il passaggio del tram sotto la Galleria.

I lavori dovrebbero durare circa 9 mesi. Una volta appaltati alla ditta esecutrice, gli interventi partiranno entro 45 giorni dalla firma del contratto, salvo ovviamente eventuali ricorsi. Il progetto iniziale aveva stimato un costo di 2 milioni, più alto del 43% rispetto alle previsioni precedenti, di 1,4 milioni dimostratesi insufficienti per la complessità dell'intervento. Alla fine, invece, i lavori sono stati affidati per poco meno di 1,3 milioni.

Due cantieri, in via Acton e via Arcoleo-via Chiatamone

Sono previsti due cantieri: il più grande sarà allestito in via Acton, sotto Palazzo Reale, in corrispondenza dell'Ascensore Acton. L'altro sarà in via Arcoleo, angolo via Chiatamone, dove si trovano i porticati e gli stalli per la sosta delle auto, di fronte all'ex sede del quotidiano Il Mattino. Qui sarà installato anche un montacarichi per i lavori sulla facciata e le terrazze superiori. Per allestire l'immenso cantiere, saranno rimossi gli attuali ponteggi di messa in sicurezza delle facciate. Dopodiché si partirà in contemporanea con i lavori su entrambi gli accessi della Galleria. È previsto un restringimento a imbuto per le auto sul lato di via Chiatamone, sia per il transito continuo dei mezzi pesanti da lavoro tra i due lati del cantiere. Lungo il muro che protegge il terrapieno di via Cesario Console, dove si trovano i locali ipogei, saranno montati dei ponteggi con mantovane, per proteggere i passanti dalla caduta calcinacci.

I lavori all'interno della Galleria

Anas, intanto, lunedì ha comunicato l'avvio dei lavoro sugli impianti all'interno della Galleria. "Le attività – che prendono il via nel rispetto di quanto precedentemente comunicato da Anas – avranno una durata di circa 40 giorni e proseguiranno in orario notturno fino alle ore 2.00 circa, con l’implementazione di un’ulteriore turnazione lavorativa composta da sei unità operative".

Nella mattinata di lunedì, inoltre, "sono stati consegnati in cantiere i primi 5000 metri quadrati di reti di protezione, la cui posa in opera – in relazione all’avanzamento dei lavori impiantistici – prenderà il via in orario diurno. Dalla prossima settimana, poi, si darà avvio anche alla posa in opera delle carpenterie metalliche (la cui produzione risulta in fase di ultimazione) a sostegno dei rivestimenti dei piedritti, sia nelle parti demolite che nei rivestimenti superiori. I lavori avanzano nel rispetto della ultimazione, fissata in 120 giorni complessivi".

Trasporto pubblico a Napoli
315 contenuti su questa storia
Anm Napoli, 5 autisti mandati a casa perché senza Green Pass e 60 oggi si sono messi in malattia
Anm Napoli, 5 autisti mandati a casa perché senza Green Pass e 60 oggi si sono messi in malattia
A Napoli anche oggi la Linea 1 della metropolitana è guasta tra Dante e Garibaldi
A Napoli anche oggi la Linea 1 della metropolitana è guasta tra Dante e Garibaldi
Investito dal treno della metro Linea 1: fermata la circolazione
Investito dal treno della metro Linea 1: fermata la circolazione
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni