Momenti di follia all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, nella provincia di Napoli, dove un uomo di 44 anni è stato arrestato dopo aver accecato un altro uomo, un 41enne, per futili motivi: una sigaretta. Da quanto si apprende, il 44enne – ex infermiere che ha prestato servizio in alcuni ospedali del Nord Italia – e il 41enne si trovavano entrambi nella sala d'attesa del nosocomio flegreo, e attendevano entrambi il loro turno per essere sottoposti a una visita specialistica. Il 44enne ha chiesto alla vittima una sigaretta, poi un accendino: quando il 41enne ha pronunciato una battuta sulle richieste dell'altro uomo, questi gli si è scagliato contro, affondandogli le dita in entrambi gli occhi.

Sul posto, allertati dai sanitari, sono arrivati i carabinieri, che hanno bloccato il 44enne e lo hanno arrestato per lesioni aggravate. Il 41enne, invece, è stato prontamente soccorso in ospedale: ha riportato gravi feriti al bulbo oculare destro, ma anche a quello sinistro, e i sanitari stanno facendo di tutto per salvargli la vista ad entrambi gli occhi; il 41enne è ricoverato in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita.

Qualche giorno fa, all'ospedale di Pozzuoli è stato ricoverato anche un uomo di 54 anni, ferito da colpi d'arma da fuoco mentre si trovava al Rione Toiano, quartiere periferico della città flegrea. Ai carabinieri che indagano sulla vicenda, il 54enne – con precedenti per droga e violenza e resistenza alle forze dell'ordine – ha riferito di essere stato avvicinato per strada da due sconosciuti a bordo di uno scooter, uno dei quali gli avrebbe improvvisamente sparato.