75 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

“Fermare il genocidio in Palestina”: manifesti a Napoli nella Giornata della Memoria

Manifesti per chiedere di fermare “il genocidio in Palestina” nel centro storico di Napoli. L’iniziativa del Collettivo di Mezzocannone Occupato nella Giornata della Memoria.
A cura di Giuseppe Cozzolino
75 CONDIVISIONI
Immagine

"Mai più per nessuno e in un nessun luogo": sono i manifesti, scritti in italiano e in inglese, che sono apparsi nella notte a Napoli in vista della Giornata della Memoria. Gli attivisti di Mezzocannone Occupato hanno spiegato che "l'unico modo per onorare la giornata della memoria è fermare l'attuale genocidio e gli omicidi di massa, a partire dalla Palestina". Manifesti che sono apparsi nel Centro Storico partenopeo ed in particolare nella zona universitaria e in Piazza San Domenico Maggiore.

"La nostra coscienza antifascista ci impone di contrastare quotidianamente qualsiasi reminiscenza antisemita, razzista e di estrema destra", spiegano ancora gli attivisti, che poi hanno aggiunto: "Rigettiamo l’equiparazione tra antisemitismo ed antisionismo, poiché in nessun caso criticare il progetto sionista può corrispondere ad un sentimento di odio nei confronti della popolazione ebraica". E sulla Giornata della Memoria, nata per ricordare al mondo gli orrori dei campi di sterminio, proseguono: "Non possiamo accettare un uso strumentale della giornata della memoria, che non può adeguarsi alla propaganda del governo israeliano a sostegno del progetto sionista".

Il collettivo antifascista ha anche ricordato "quanto sta accadendo a Gaza ed in Cisgiordania dal 7 ottobre di quest’anno, che ha portato all’uccisione di più di 30mila persone, di cui 12mila bambini, in cento giorni di assedio", ribadendo che "l'unico modo che riteniamo opportuno per onorare la giornata della memoria è fermare l'attuale genocidio e gli omicidi di massa, a partire dalla Palestina. Abbiamo detto mai più nel 1945 ed oggi lo diciamo con più forza".

75 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views