Vito Marino è il nuovo sindaco di Casavatore: il candidato sostenuto da liste civiche di centrodestra ha vinto il ballottaggio con il 50,02% dei voti, con un totale di 3.302 voti, appena 2 in più di Luigi Maglione, il candidato sostenuto dal Partito Democratico e, al ballottaggio, anche dal Movimento Cinque Stelle, dopo che i pentastellati avevano presentato Elisabetta Puzone, che non era riuscita a superare il primo turno.

Elezioni Casavatore, così al primo turno

Al primo turno, era stato proprio Luigi Maglione a sembrare in vantaggio, forte di 4.151 voti che però non erano bastati ad ottenere il successo (42,71%): Marino si era invece fermato a 3.918 voti (40,31%). Fuori dai giochi invece il terzo candidato, Elisabetta Puzone, candidato del Movimento Cinque Stelle (che poi ai ballottaggi hanno appoggiato Maglione): la Puzone si era fermata a 1.651 voti, pari al 16,99% che le è valso solo un posto in consiglio comunale. E così si è tornati alle urne, per il ballottaggio che si è svolto domenica 4 e oggi, lunedì 5 ottobre. Alla chiusura dei seggi, alle ore 15, si è proceduto con lo spoglio dei voti, che ha decretato l'elezione di Vito Marino a sindaco, per appena due voti.

Ballottaggio Casavatore, i dati sull'affluenza

Il ballottaggio nel Comune di Casavatore ha fatto registrare una bassa affluenza alle urne, nettamente al di sotto del primo turno: hanno votato infatti ai ballottaggi appena il 43,45% degli aventi diritto, mentre al primo turno si era raggiunta quota 66,13% dei votanti. Complessivamente, i votanti sono stati 6.685 (43,45%), di cui 6.602 voti validi, 61 schede nulle, 19 schede bianche e 3 schede contestate.