Rallenta il contagio del Coronavirus nel Casertano: dopo diversi giorni, il tasso di positività fa registrare una brusca frenata, attestandosi al di sotto del 9% come non accadeva da tempo. Un dato incoraggiante, soprattutto se si considera che era arrivato a sfiorare anche il 30%, come neanche in Lombardia. Il dato emerge dal bollettino di oggi pubblicato dall'Azienda Sanitaria Locale di Caserta, che come di consueto ha fornito i dati del contagio in tutta la provincia.

I nuovi casi sono solo 212 su 2363 tamponi analizzati: una media di positività dell'8,97%, più che incoraggiante. Aumenta ancora anche il numero dei guariti, che fa registrare altri 705 negativizzati nelle ultime 24 ore, raggiungendo così quota 12.702 guariti totali. Da registrare purtroppo anche nove decessi nell'ultima giornata, che portano il totale a 301 vittime del Covid nella provincia casertana. Il comune più colpito in assoluto resta Aversa: 2.315 casi totali, di cui 813 attualmente positivi. Record della cittadina normanna anche per quanto riguarda i decessi: 23 le vittime del Covid ad Aversa che, per contro, ha anche il record di casi guariti: 1.479 da inizio pandemia.

La città attualmente più colpita è il capoluogo di Caserta, con 860 casi ancora attivi. Contagio ancora alto, oltre che ad Aversa, anche a Marcianise (723), Maddaloni (512), Casal di Principe (482), Orta di Atella (432), Santa Maria Capua Vetere (394) e Trentola Ducenta (371). Numeri ancora alti, ma nettamente inferiori a quelli di settimana scorsa, quando soltanto Aversa e Caserta superavano i 1.100 casi a testa e, mediamente, negli altri comuni si contavano quasi 150 casi in più a testa.