Anche questa settimana, come fa da quando in Italia è cominciata la pandemia di Coronavirus, la Fondazione Gimbe ha reso noto il consueto report relativo all'andamento dei contagi nelle diverse regioni del nostro Paese, stilato grazie alla dataroom istituita, come detto, proprio il 21 febbraio scorso, data in cui in Lombardia si sono verificati i primi casi. Nell'ultimo aggiornamento, relativo ai dati raccolti fino al 28 ottobre, la Campania risulta essere la seconda regione per numero di attualmente positivi: sono 34.886. La Campania è seconda dunque, dietro solamente alla Lombardia, in testa con 61.406 persone attualmente positive; terza posizione per il Lazio, con 27.946 attualmente positivi. Come precisa la Fondazione Gimbe, nel computo degli attualmente positivi vengono inseriti coloro che si trovano ricoverati in terapia intensiva, i ricoverati con sintomi e coloro che si trovano in isolamento domiciliare (asintomatici o paucisintomatici).

Il report del Gimbe mostra anche il grafico che illustra l'incremento percentuale dei nuovi casi di Coronavirus ogni 100mila abitanti, considerando come periodo di riferimento dell'ultimo aggiornamento i giorni che vanno dal 14 al 28 ottobre, le ultime due settimane dunque. In Campania, nelle ultime due settimane i casi sono aumentati del 50% rispetto alle precedenti elaborazioni prodotte dalla Fondazione. I nuovi casi di Coronavirus in Campania dal 14 al 28 ottobre, ogni 100mila abitanti, sono infatti quasi 500.

In Campania record di nuovi casi: sono 3.103

Intanto, il nuovo bollettino, diramato alle ore 17 dalla Unità di Crisi della Regione, fa registrare un nuovo record di casi in Campania: sono 3.103, emersi dall'analisi di 17.735 tamponi, nei quali rientrano anche quelli relativi allo screening che si sta portando avanti ad Arzano, nella provincia di Napoli, dichiarata zona rossa dopo l'alto numero di contagi riscontati in città.