Manifestazione con fiaccolata a Poggioreale delle famiglie dei detenuti del carcere, per protestare contro le condizioni igieniche e sanitarie della struttura, dove negli ultimi giorni sono stati riscontrati 4 nuovi casi di positivi al Covid, mentre altri 6 sono stati sottoposti al tampone. Un corteo con i famigliari dei carcerati è partito dall'ingresso principale del carcere di Poggioreale e si è diretto verso il Centro Direzionale, dove si trovano le celle, portando striscioni e cartelli di protesta e gridando slogan come “Libertà, libertà” e “Non vi lasceremo soli”. I familiari chiedono migliori condizioni all'interno del carcere.

Manifestazioni dei familiari, i detenuti battono sulle grate

Quando il corteo è arrivato al Centro Direzionale, dalle celle i carcerati hanno risposto agli slogan battendo sulle grate. In piazza anche il cappellano di Poggioreale, Don Franco, e Pietro Ioia, il garante dei detenuti di Napoli. I parenti hanno salutato i loro congiunti dietro le sbarre urlando “non vi lasceremo soli”. Il timore è quello che si possa innescare un focolaio all'interno del carcere. I quattro casi positivi sono stati subito isolati: si tratta di tre persone risultate positive subito dopo l'ingresso in carcere, avvenuto dopo la convalida dell'arresto, mentre il quarto caso riguarda un detenuto nel padiglione Roma che, dopo aver manifestato sintomi comuni all'infezione da Covid-19 come febbre e tosse, è stato sottoposto al test del tampone che ha sciolto ogni dubbio riguardo la sua positività. Sarebbe in ogni caso l'unico dei quattro ad essere paucisintomatico. All'interno della struttura risultano al momento 2.173 reclusi più il personale della struttura stessa.