Dietrofront della Regione Campania sul limite massimo di 20 invitati per i matrimoni e le altre cerimonie ed eventi, come battesimi, comunioni e feste di laurea. La svolta è arrivata oggi, a seguito di un incontro a Palazzo Santa Lucia, tra il presidente della Regione Vincenzo De Luca e le associazioni di categoria dei ristoratori e degli operatori del wedding, tra cui Confcommercio e Federalberghi Campania. Il dispositivo, a quanto apprende Fanpage.it da fonti della Regione Campania, sarà in vigore probabilmente già da domani, ma si aspetta il chiarimento della Regione Campania per la tempistica.

Matrimoni ed eventi, la Regione fa dietrofront dopo le polemiche

Il limite dei 20 invitati alle feste e ai ricevimenti in Campania era stato disposto dal governatore con l'ordinanza numero 75 firmata mercoledì 30 settembre e aveva subito suscitato un vespaio di polemiche sia da parte degli addetti del settore, che dei cittadini che avevano prenotato i locali, tanto che la Regione era corsa subito ai ripari con un chiarimento arrivato nella stessa giornata. Sono tante le coppie in Campania, infatti, che si sarebbero dovute sposare durante il lockdown e hanno rinviato a dopo l'estate. Oggi si è tenuto in Regione un incontro chiarificatore. "Il presidente De Luca – spiega Confcommercio Campania – ha accolto le argomentazioni delle associazioni, le quali hanno illustrato gli effetti devastanti di tale disposizione sulle filiere della ristorazione, della ricettività e del commercio, e ha annunciato che tale divieto verrà rimosso".

Matrimoni e cerimonie andranno segnalati all'Unità di Crisi

Saranno rafforzate contemporaneamente le prescrizioni di sicurezza per lo svolgimento delle cerimonie, "come l'obbligo di comunicare preventivamente all'Unità di Crisi lo svolgimento degli eventi", spiega Confcommercio. De Luca, fa sempre sapere Confcommercio Campania, "ha inoltre confermato che per le aree mercatali non vi sono ulteriori prescrizioni e quindi l'attività può continuare senza restrizioni. De Luca ha infine annunciato di voler avviare un tavolo di consultazione periodica, almeno ogni 2 settimane, sulle misure di contenimento da assumere e sui loro riflessi sulle imprese". Il presidente di Federalberghi Campania Costanzo Iaccarino e il direttore generale di Confcommercio Pasquale Russo hanno espresso "grande soddisfazione per l'esito dell'incontro", sottolineando "l'ottimo risultato raggiunto col metodo del confronto con le categorie interessate".