163 CONDIVISIONI
Covid 19
7 Dicembre 2020
17:03

Coronavirus Campania, 1.060 contagi e 39 morti: bollettino Covid ufficiale lunedì 7 dicembre

Sono 1.060 i nuovi contagi da Covid in Campania, a fronte di 12.330 tamponi analizzati: ieri erano stati 1.552 a fronte di 19.313 tamponi. Il numero di nuovi decessi è di 39 contro i quasi duemila nuovi guariti delle ultime 24 ore. Da ieri intanto la Campania è entrata in zona arancione, come stabilito dal governo.
A cura di Giuseppe Cozzolino
163 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Sono 1.060 i nuovi casi di coronavirus in Campania, emersi dall'analisi di 12.330 tamponi. Questi i dati comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Campania. Ieri erano stati 1.552 a fronte di 19.313 tamponi analizzati. I nuovi decessi sono 32, che portano la Campania sopra i duemila decessi totali, mentre si registrano anche 1.969 guariti nelle ultime 24 ore. Curva dei contagi che appare stabile, mentre da ieri la Campania è stata spostata in zona arancione come gran parte delle regioni che ancora si trovavano in zona rossa.

I numeri del contagio Covid in Campania

Calano i ricoverati, per la prima volta dopo diverso tempo sotto i duemila casi: 1.840 i degenti, più 137 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare si scende sotto quota 100mila. I guariti sono quasi 65mila, mentre i decessi superano quota duemila. Questi i dati completi della Campania, scorporati dal bollettino nazionale della Protezione civile nazionale:

  • Ricoverati in ospedale: 1.840 (-76)
  • Ricoverati in terapia intensiva: 137 (-18)
  • In isolamento domiciliare: 98.318 (-854)
  • Casi attualmente positivi: 100.295 (-948)
  • Guariti: 64.029 (+1.969)
  • Decessi: 2.029 (+39)
  • Casi totali: 166.353 (+1.060)
  • Tamponi totali analizzati: 1.708.880 (+12.330)

Curva stabile: la Campania in zona arancione

Da ieri, la Regione Campania è passata da zona rossa a zona arancione: un primo timido passo avanti verso la normalità, sebbene le restrizioni siano ancora rigidissime e l'invito sia quello di non abbassare la guardia. Si spera, con la curva del contagio pressoché stabile, di entrare in zona gialla entro Natale, come potrà accadere per la maggior parte delle regioni italiane qualora la curva del contagio resterà sotto controllo o magari addirittura migliorare.

163 CONDIVISIONI
31014 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni