27 CONDIVISIONI

Cocaina a domicilio a Secondigliano, Napoli centro e provincia: 5 in carcere, vicini alla Vanella Grassi

La Polizia ha arrestato 5 persone per droga: lo stupefacente venduto con la formula del delivery, consegnato in scooter su ordinazione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Nico Falco
27 CONDIVISIONI
La visuale dall'elicottero durante il blitz
La visuale dall'elicottero durante il blitz

Non una piazza di spaccio fissa, ma consegne a domicilio. Come se fossero dei rider, lavoravano con la formula del delivery: il cliente contattava gli spacciatori e loro salivano sullo scooter e lo raggiungevano con la droga. E non si limitavano a Secondigliano: forti del legame col clan della Vanella Grassi, si spingevano anche fino all'immediata provincia, consapevoli che nessuno avrebbe avuto da ridire su quello sconfinamento. Scenario ricostruito dalla Polizia di Stato, che ha portato a un'ordinanza di custodia cautelare per 5 persone firmata dal gip del Tribunale di Napoli (su richiesta della Procura) ed eseguita oggi, 6 novembre.

In manette sono finiti Daniele Romano, 28 anni, il padre Salvatore Romano, 54 anni, la madre Giuseppina Esposito, 52 anni, Antonio Russo, 33 anni, e Cristofaro Alfano, 59 anni; sono tutti ritenuti gravemente indiziati di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, con l'aggravante di avere agito per favorire il clan della Vanella Grassi, al quale avrebbero destinato una quota dei proventi dell'attività di spaccio. La misura cautelare arriva al termine delle indagini svolte dai poliziotti del commissariato Secondigliano e dalla Squadra Mobile della Questura di Napoli sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia.

Secondo la ricostruzione degli investigatori il gruppo non consegnava cocaina soltanto a Secondigliano, ma arrivava anche nei quartieri di San Carlo all'Arena, a Poggioreale e nella zona del Vasto/Arenaccia, oltre che nei comuni di Casoria e Casavatore. L'associazione, che era contraddistinta da un forte vincolo familiare, si sarebbe inoltre avvalsa di un'articolata rete di complici e fiancheggiatori che avrebbero partecipato attivamente alla vendita di stupefacenti.

27 CONDIVISIONI
Sgominato un cartello di camorra tra l'agro nocerino-sarnese e la provincia di Napoli
Sgominato un cartello di camorra tra l'agro nocerino-sarnese e la provincia di Napoli
Ragazzo accerchiato e pestato da sei coetanei in centro a Napoli: gli hanno rotto la faccia
Ragazzo accerchiato e pestato da sei coetanei in centro a Napoli: gli hanno rotto la faccia
I regali per San Valentino sono tutti contraffatti e pericolosi: 225mila articoli sequestrati a Napoli e provincia
I regali per San Valentino sono tutti contraffatti e pericolosi: 225mila articoli sequestrati a Napoli e provincia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views