18 Novembre 2022
11:26

Botte e lesioni tra ragazzini per rissa alla Notte Bianca a Salerno, presi in 16: 10 ai domiciliari

La maxi-rissa scoppiata tra due gruppi per futili motivi. I ragazzini coinvolti incastrati dalle chat.
A cura di Pierluigi Frattasi
Immagini di repertorio
Immagini di repertorio

Sono 16 i ragazzini individuati come responsabili della maxi-rissa scoppiata per futili motivi durante la Notte Bianca di Salerno, tra il 9 e il 10 luglio scorsi. Per 10 di loro sono scattati i domiciliari. I giovanissimi sono accusati a diverso titolo di rissa e lesioni. Quella notte di festa, nella affollatissima piazza Gloriosi, due gruppi di giovani si scontrarono violentemente, provocandosi reciprocamente ferite e contusioni. Sul posto intervenne la Polizia di Stato, che riuscì, non senza difficoltà, a placare gli animi e a soccorrere i feriti. Per quanto accaduto quella sera, adesso sono scattati i provvedimenti dell'autorità giudiziaria. I ragazzi coinvolti sono stati incastrati dalle chat sui cellulari.

I ragazzini incastrati dalle chat sui cellulari

Sulla vicenda indaga la Procura della Repubblica per i Minorenni, che ha delegato le indagini alla Squadra Mobile di Salerno, alla Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica – Polizia Postale e delle Comunicazioni di Salerno ed alla Sezione di Polizia Giudiziaria della stessa Procura. Gli esiti delle attività condotte congiuntamente hanno così permesso di ricostruire la dinamica dei fatti. L’analisi delle chat estrapolate dai cellulari dei giovani identificati fin dall'inizio e l'ascolto di alcuni di loro hanno consentito di identificare gli ulteriori partecipanti alla rissa e di attribuire le singole condotte, ma anche di individuare in motivi futili le ragioni dello scontro.

La rissa per futili motivi

La polizia ha eseguito un'ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal giudice per le indagini preliminari. Dei 16 identificati, quindi, 10 minori sono finiti alla "permanenza domiciliare", mentre per altri 6 sono state disposte "prescrizioni imposte dall'autorità giudiziaria", con l'accusa, a diverso titolo, di rissa e lesioni. La Polizia di Stato ha dato esecuzione alle misure cautelari emesse dal gip del tribunale per i minorenni. La sera della Notte Bianca di Salerno, gli agenti della Polizia di Stato intervennero a seguito della maxi-rissa per garantire l’ordinato e pacifico svolgimento della manifestazione. I poliziotti riuscirono a sedare la lite scoppiata tra alcuni giovanissimi, alcuni dei quali sono stati soccorsi in ragione delle lesioni riportate.

La Procura dei minori. "Violenza gratuita"

"Si tratta – si legge in una nota del procuratore della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Salerno, Patrizia Imperato – di un ulteriore episodio di violenza gratuita ed ingiustificata che vede coinvolti ragazzi del centro cittadino durante le ore della movida giovanile. Fenomeno, questo, che sta assumendo connotati sempre più allarmanti e che si sta innestando in un contesto in cui sono carenti i momenti di vera socialità tra giovani".

Mamma e papà hanno solo 16 anni, rissa tra famiglie per l'affidamento del neonato
Mamma e papà hanno solo 16 anni, rissa tra famiglie per l'affidamento del neonato
A 15 e 16 anni su uno scooter rubato, presi dopo inseguimento nel Napoletano
A 15 e 16 anni su uno scooter rubato, presi dopo inseguimento nel Napoletano
Agguato a Pagani, esplosi diversi colpi di pistola contro un uomo: è in ospedale a Nocera
Agguato a Pagani, esplosi diversi colpi di pistola contro un uomo: è in ospedale a Nocera
Terremoto nei Campi Flegrei, magnitudo 3.0: la scossa più forte degli ultimi 12 mesi
Terremoto nei Campi Flegrei, magnitudo 3.0: la scossa più forte degli ultimi 12 mesi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni