Blitz delle forze dell'ordine stasera a Borgo Sant'Antonio Abate, nel quartiere Vicaria, dove la Polizia di Stato, nell'ambito di controlli anti-Covid, è intervenuta a seguito di una segnalazione per controllare un circolo frequentato da cittadini immigrati dove era in corso una festa di cittadini di origine nigeriana. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che le forze dell'ordine abbiano fatto irruzione in un club frequentato da comunità straniere, dove erano presenti un numero consistente di persone. Gli agenti sono intervenuti nell'ambito dei controlli anti assembramento Covid. Quando i poliziotti sono arrivati sul posto, nel locale, che si trova all'angolo tra via Michele Morelli e Corso Garibaldi, sono state trovate molte persone assembrate.

Il club allora è stato chiuso, ma ne sarebbero scaturite tensioni con le forze dell'ordine. La Polizia di Stato sarebbe intervenuta inizialmente con circa 8 pattuglie, ma i nigeriani avrebbero opposto resistenza. Le forze dell'ordine sarebbero state quindi aggredite. I disordini sarebbero scoppiati dopo l'invito delle forze dell'ordine a rispettare le norme anti-Covid all'interno del locale dove si stava tenendo la festa dei cittadini di origine nigeriana. Sono arrivati quindi i rinforzi e sono sopraggiunte alcune pattuglie dei Carabinieri. Sul posto sono allora arrivate almeno una ventina di auto delle forze dell'ordine, tra Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza. Sono 12 i fermati. Al momento situazione in atto e sotto controllo. Sul posto sono intervenuti molti agenti delle forze dell'ordine. Solo dopo le prime resistenze degli immigrati si è riusciti a riportare la calma.

Per Luigi Di Michele, segretario del sindacato della Polizia Mosap di Napoli, si  trattato dell' "ennesimo atto di inaudita violenza contro le forze dell'ordine – esprimiamo la massima vicinanza agli agenti rimasti feriti e chiediamo alle Istituzioni locali e centrali di intervenire con fermezza. La situazione non è più sostenibile, specie dove l’emergenza Covid-19 e la necessità di garantire il rispetto delle misure di contenimento si imbattono con problematiche di natura sociale e di ordine pubblico”.