Un autista della Air Mobilità è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: i Falchi della Questura di Napoli lo hanno visto ritirare una borsa da un giovane in strada e, dopo averlo fermato per un controllo, hanno scoperto che all'interno c'erano circa 110 grammi di hashish e materiale per il confezionamento delle dosi. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori, quella che l'uomo, approfittando proprio del tipo di lavoro che svolge, riuscisse a fare da corriere della droga verso il Beneventano eludendo i controlli.

L'uomo è stato intercettato nella mattinata di ieri, 15 settembre, durante un servizio di contrasto allo spaccio di stupefacenti. Gli agenti, in pattugliamento, hanno notato un ragazzo che si avvicinava all'autobus dell'Air, della tratta Napoli – Benevento, in quel momento fermo in piazza Carlo III. Lo hanno visto consegnare al conducente una borsa e subito dopo allontanarsi. Insospettiti da quel movimento, i poliziotti hanno aspettato che l'autobus ripartisse e lo hanno seguito fino all'area di sosta di via Galileo Ferraris, dove lo hanno bloccato.

L'autista, un 50enne di Benevento, incensurato, è stato sottoposto ai controlli ed è stato trovato in possesso di 50 euro. I poliziotti si sono fatti consegnare la borsa che avevano visto passare di mano poco prima e, all'interno, hanno trovato un panetto di hashish dal peso di circa 97 grammi, 3 stecche della stessa sostanza per ulteriori 11 grammi, un taglierino lungo circa 25 centimetri, una pietra di marmo e diverso materiale per il confezionamento; per gli investigatori la droga sarebbe stata divisa in dosi e rivenduta nel Beneventano.