7.250 CONDIVISIONI
11 Maggio 2022
11:15

Arrestato Danielino di Gomorra: era nella banda delle microdosi di cocaina tra Napoli e Caserta

Nella banda di spacciatori che smerciava microdosi tra Napoli e Caserta c’era anche “Danielino” di Gomorra: Vincenzo Sacchettino arrestato con padre e fratello.
A cura di Nico Falco
7.250 CONDIVISIONI

Sono scattate nuovamente le manette per Vincenzo Sacchettino, il giovane che aveva interpretato Danielino nella prima stagione di Gomorra – La serie: il ragazzo, 24 anni, è stato arrestato col padre e col fratello nell'indagine dei carabinieri di Aversa sulla banda di spacciatori che si muoveva tra le province di Napoli e Caserta (Giugliano, Lusciano, Parete e Trentola Ducenta). La banda, hanno ricostruito i militari, non aveva una vera e propria base operativa ma raggiungeva i clienti dopo accordi presi con brevissime telefonate; trattava principalmente cocaina, spacciando microdosi da 0,3 grammi, e riusciva a vendere ogni mese circa un chilo di droga incassando intorno ai 70mila euro.

In manette Danielino di Gomorra: quarto arresto per l'ex attore

Si tratta del quarto arresto per l'ormai ex attore, che nella fortunata serie tv interpretava il giovane meccanico arruolato da Ciro Di Marzio per uccidere un affiliato al clan di Salvatore Conte e poi da quest'ultimo ucciso nella memorabile scena del "Vieni a te piglia' o perdono". Nello scorso gennaio Sacchettino fu fermato a Scampia per un controllo e trovato in possesso delle chiavi di un'automobile in cui era custodita una pistola.

Nel giugno 2019 il ragazzo era finito in manette per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti: i poliziotti del commissariato locale lo avevano bloccato in una piazza di spaccio dopo averlo visto consegnare qualcosa a un altro giovane; perquisito, era stato trovato in possesso di 95 euro e nell'automobile parcheggiata nelle vicinanze, vicino alla quale era stato visto armeggiare, erano state trovate una cinquantina di dosi tra hashish e marijuana. In precedenza, nel 2014, poco dopo la fine delle riprese di Gomorra – La Serie, – Sacchettino era stato arrestato la prima volta ed era finito in una comunità di rieducazione: le forze dell'ordine lo avevano identificato tra i partecipanti ad una rissa finita a coltellate.

Droga tra Napoli e Caserta, 7 arrestati

L'operazione dei carabinieri è scattata ieri mattina, in manette sono finite 7 persone. Destinatari delle misure cautelari, con destinazione carcere, Ernesto Giordano, il 28enne ferito a colpi d'arma da fuoco alcune notti fa a Scampia; Salvatore D'Ambrosio, alias Coca Cola, 44 anni, di Orta di Atella; Mariglen Lazi, detto Luca, 37enne albanese. Disposti i domiciliari, invece, per Nicola Giaccio, 25enne di Melito, e per Pasquale Sacchettino, alias Zio Pasquale, 57 anni, e Raffaele Sacchettino, 30 anni, questi ultimi due rispettivamente padre e fratello di Vincenzo Sacchettino; anche per "Danielino" sono stati disposti gli arresti domiciliari. Nell'indagine risultano indagate altre tre persone, tutte di Napoli, accusate di spaccio.

7.250 CONDIVISIONI
Marito e moglie fermati con mezzo chilo di cocaina a Frignano (Caserta)
Marito e moglie fermati con mezzo chilo di cocaina a Frignano (Caserta)
Ai domiciliari per droga, in casa aveva 2 chili di cocaina e telecamere: arrestato a Quarto
Ai domiciliari per droga, in casa aveva 2 chili di cocaina e telecamere: arrestato a Quarto
A Napoli boom della cocaina post pandemia: 327 chili sequestrati nel 2021, il triplo del 2020
A Napoli boom della cocaina post pandemia: 327 chili sequestrati nel 2021, il triplo del 2020
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni