295 CONDIVISIONI

Alla famiglia della ragazza non piace il fidanzato. La sua reazione: picchia la nonna e spara all’auto dei genitori

I carabinieri hanno arrestato due uomini a Boscoreale (Napoli), ritenuti responsabili di stalking nei confronti della famiglia della fidanzata di uno dei due, che si opponeva alla relazione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Nico Falco
295 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

I familiari della sua fidanzata non erano d'accordo con quella relazione, così lui, e da oltre un anno, aveva cominciato a perseguitarli: una serie di vessazioni sfociate nei colpi di pistola esplosi contro la loro automobile. Ma il culmine è arrivato dopo: quando ha saputo di essere stato denunciato, ha aggredito la nonna della ragazza, le ha fratturato un polso e le ha causato lesioni guaribili in due mesi. Storia incredibile, quella che arriva dal rione "Piano Napoli" di Boscoreale, in provincia di Napoli, e ricostruita dai carabinieri della stazione locale, che stamattina hanno stretto le manette ai polsi del fidanzato e di un altro uomo, accusati in concorso di atti persecutori (stalking), lesioni personali aggravate e di porto e detenzione illegale di arma da fuoco.

I colpi di pistola contro l'automobile

I due sono stati arrestati in esecuzione di una ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere, richiesta dalla Procura all'esito delle indagini dei carabinieri ed emessa dal gip del  emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata. Le indagini erano partite lo scorso 16 ottobre, quando l'automobile della famiglia della ragazza era stata crivellata di proiettili nel rione popolare di Boscoreale.

In seguito a quell'episodio la famiglia si era rivolta alle forze dell'ordine e aveva raccontato che da oltre un anno era vittima di gravi atti intimidatori da parte del compagno della figlia. Il motivo di quelle ripercussioni era nella loro opposizione alla relazione. Secondo il racconto delle vittime l'episodio del 16 ottobre era stato solo uno dei tanti: già precedentemente l'uomo aveva sparato sull'automobile. E se l'era presa anche col figlio minorenne della coppia, minacciandolo.

La nonna massacrata dopo la denuncia

Dopo la presentazione della denuncia l'uomo, per vendicarsi, si era presentato in casa della famiglia della fidanzata insieme ad un noto pluripregiudicato del posto. In quella occasione a farne le spese era stata la nonna della ragazza: l'anziana era stata brutalmente aggredita, le era stato fratturato il polso ed era finita in ospedale con prognosi di 60 giorni per lesioni. Dopo quell'episodio la famiglia aveva lasciato definitivamente il Piano Napoli e si era trasferita in un altro comune. I due indagati sono stati rinchiusi nel carcere di Poggioreale.

295 CONDIVISIONI
Picchia il compagno e i genitori di lui davanti ai figli, 31enne arrestata dai carabinieri
Picchia il compagno e i genitori di lui davanti ai figli, 31enne arrestata dai carabinieri
Napoli,  ha 15 anni e accoltella ragazzo. I genitori lo portano dai carabinieri e gli fanno confessare tutto
Napoli, ha 15 anni e accoltella ragazzo. I genitori lo portano dai carabinieri e gli fanno confessare tutto
A Napoli rubata l'auto per portare in giro un ragazzo con disabilità: "Non possiamo ricomprarla"
A Napoli rubata l'auto per portare in giro un ragazzo con disabilità: "Non possiamo ricomprarla"
Incidente nella Stellantis di Pratola Serra (Avellino), morto operaio di 52 anni di Acerra
Incidente nella Stellantis di Pratola Serra (Avellino), morto operaio di 52 anni di Acerra
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni