Spari nel pomeriggio di oggi a Miano, quartiere della periferia settentrionale di Napoli, dove un uomo di 37 anni già noto alle forze dell'ordine – S.D.C. le sue iniziali – è stato colpito da diversi proiettili alle gambe. Stando a quanto si apprende, il 37enne avrebbe raggiunto poi l'Ospedale del Mare, nosocomio alla periferia orientale della città, in sella ad uno scooter, guidato da una persona che, lasciato l'uomo al Pronto Soccorso, ha fatto perdere le sue tracce. Ricoverato con diverse ferite d'arma da fuoco alle gambe, il 37enne non si trova in pericolo di vita: agli agenti della Polizia di Stato che indagano sull'accaduto, l'uomo ha raccontato di essere stato avvicinato da alcuni sconosciuto, che improvvisamente gli hanno sparato.

Soltanto qualche giorno fa, lo scorso 8 giugno, altri spari sono stati segnalati al Rione Traiano, periferia occidentale di Napoli, dove un uomo di 48 anni, anche lui già noto alle forze dell'ordine, è stato ferito da colpi di pistola a una gamba. Il 48enne ha raccontato agli agenti del commissariato Bagnoli della Polizia di Stato di essere stato avvicinato da alcuni sconosciuti mentre si trovava a bordo del suo scooter in prossimità del Centro Commerciale Azzurro: l'obiettivo degli sconosciuti, come ha raccontato il 48enne, era il mezzo a due ruote; alla reazione dell'uomo, uno di loro gli ha sparato a una gamba. Il 48enne è stato ricoverato all'ospedale San Paolo, dove gli è stata riscontrata una ferita da arma da fuoco a una gamba giudicata guaribile in 15 giorni.