Foto da Facebook "Sei di Acerra se"
in foto: Foto da Facebook "Sei di Acerra se"

Sono riusciti a far esplodere il bancomat con una bomba, ma è scattato l'allarme, sono intervenute le forze dell'ordine e loro sono dovuti scappare senza portare via nulla. È successo nella notte appena trascorsa ad Acerra, dove una banda di ladri ha preso di mira la filiale Unicredit del corso Italia, una delle strade principali del comune della provincia di Napoli. Sull'accaduto sono in corso indagini dei carabinieri, che dopo i rilievi hanno acquisito i nastri di alcune telecamere di videosorveglianza.

Il boato, nel cuore della notte, ha svegliato di soprassalto i residenti: la filiale si trova a pochi passi da diverse abitazioni private. I criminali, arrivati a bordo di un'automobile, aveva piazzato la carica di esplosivo all'interno dell'Atm, sperando di superare con la deflagrazione i panelli blindati e di arrivare alla cassaforte interna. Un raid che, nelle intenzioni, sarebbe dovuto durare una manciata di secondi. Quando l'esplosivo ha sventrato il bancomat, però, è scattato l'allarme.

Sul posto si sono diretti i carabinieri del Nucleo Radiomobile e quelli della stazione di Acerra, al loro arrivo i ladri sono velocemente risaliti in auto e si sono dileguati. Le indagini sono affidate ai militari di Castello di Cisterna. La filiale danneggiata si trova poco distante da quella della Banca di Credito Popolare che, nel dicembre 2018, fu svaligiata con un furto clamoroso: i criminali bloccarono le strade circostanti per rallentare l'intervento delle forze dell'ordine, sfondarono l'ingresso della banca con un tir e portarono via numerose cassette di sicurezza.

Un episodio analogo era avvenuto a febbraio a Giugliano, sempre in provincia di Napoli; anche in quel caso i ladri andarono via a mani vuote: usando la stessa tecnica riuscirono a distruggere il pannello esterno ma le cassette interne dei bancomat avevano resistito all'esplosione.