1.260 CONDIVISIONI
19 Giugno 2022
16:50

A via Marina alberi secchi e aiuole bruciate dal sole: così muore la strada rifatta 2 anni fa

La denuncia dei consiglieri Luigi e Peppe Aiello: “La strada va curata, abbiamo speso 20 milioni di fondi europei, ma gli alberi piantati stanno già morendo”
A cura di Pierluigi Frattasi
1.260 CONDIVISIONI

A via Marina le aiuole sono bruciate dal sole. Gli alberi stanno seccando perché nessuno li innaffia. Alcuni sono già morti. La strada rifatta appena due anni fa, dopo 5 anni di cantieri che hanno tenuto bloccata la città, mandando all'esasperazione milioni di automobilisti, è di nuovo preda del degrado e dell'abbandono. A lanciare l'allarme sono i cittadini della zona, che per anni hanno sopportato pesanti sacrifici, con le fogne a cielo aperto, pur di veder riqualificata la strada sotto casa. Adesso, però, l'amara constatazione del degrado che avanza. I consiglieri Luigi e Peppe Aiello, della II e della III Municipalità hanno inviato numerose segnalazioni al Comune per chiedere un'inversione di tendenza: "Le aiuole – scrivono – versano in un enorme stato di abbandono manutentivo e di incuria del verde e del decoro urbano. Bisogna intervenire per tutelare il patrimonio pubblico".

Le denunce dei cittadini: "Sull'asse costiero solo degrado"

Da qui, una richiesta di interventi di manutenzione delle aiuole e di piantumazione di nuove essenze arboree, laddove gli alberi piantati sono già morti. I due consiglieri hanno raccolto le segnalazioni di numerosi cittadini che denunciano "lo stato di abbandono e mancata cura del verde delle aiuole in via Marina, ma anche un albero sradicato in via Luigi Serio, a fronte strada di via Amerigo Vespucci. La stessa situazione si trova alla Villa Giochiamo di Corso Garibaldi, nella sede della II Municipalità. L'unica struttura sportiva che viene utilizzata da bambini versa in uno stato pietoso. Le aiuole sono sporche e piene di rifiuti. Ricettacolo di insetti".

I volontari hanno ripulito villa Giochiamo

"Abbiamo chiesto di intervenire con la massima urgenza – spiega Peppe Aiello – per la pulizia costante di via marina e per programmare una manutenzione periodica e accurata della lunga arteria stradale dell'asse costiero, riqualificata con oltre 20 milioni di euro di fondi europei solo due anni fa, dopo 5 anni di cantieri che hanno tenuto bloccata la città". Negli scorsi giorni un gruppo di volontari è intervenuto ripulendo le erbacce e i rifiuti nella Villa Giochiamo. Se il pubblico non interviene, ci pensano i privati cittadini.

1.260 CONDIVISIONI
Incidente stradale ad Angri, il rider Giuseppe muore a 47 anni mentre fa le consegne in scooter
Incidente stradale ad Angri, il rider Giuseppe muore a 47 anni mentre fa le consegne in scooter
Covid Campania, 5.835 contagi e 3 morti: bollettino di domenica 24 luglio 2022
Covid Campania, 5.835 contagi e 3 morti: bollettino di domenica 24 luglio 2022
Gli allevatori di bufale protestano e riversano 300 litri di latte sotto la Regione Campania
Gli allevatori di bufale protestano e riversano 300 litri di latte sotto la Regione Campania
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni