Manca più di un mese al Natale, a quello che gli esperti ci ripetono sarà un Natale molto diverso a quelli che siamo abituati a vivere a causa della pandemia di Coronavirus, eppure c'è chi già si sta portando avanti con le decorazioni: è il caso di Caserta, dove questa mattina si è cominciato ad allestire l'Albero di Natale che sorge, da molti anni a questa parte, nella centralissima piazza Dante, mentre si cominciano a intravedere anche le luminarie in via Mazzini. L'abete natalizio e le luminarie, come da qualche anno a questa parte, sono appannaggio della Camera di Commercio di Caserta, anche se quest'anno, proprio a causa di quanto detto sopra, ovvero la pandemia di Coronavirus, la decisione di di allestire le decorazioni per le festività natalizie così presto, addirittura il 18 novembre, ha diviso in due la cittadinanza. Alcuni, infatti, pensano che nonostante tutto, il Natale vada in ogni caso celebrato, mentre altri invece sono del parere che, data la situazione, magari si poteva evitare.

Anche a Napoli, da qualche anno, in alcune zone della città è la Camera di Commercio partenopea a provvedere alle luminarie natalizie, che illumineranno il capoluogo campano anche quest'anno, nonostante come detto la pandemia. Il Comune di Napoli ha fatto sapere di essere dell'idea che avere comunque le luminarie a Natale possa dare alla cittadinanza un aiuto dal punto di vista psicologico e possano rappresentare "uno strumento utile ed opportuno a favorire un clima emozionale positivo in questo momento storico di emergenza socioeconomica e assicurare un supporto al tessuto economico e commerciale del territorio".