Un tragico incidente quello avvenuto ieri pomeriggio sulla A13 Bologna-Padova, all’altezza dell’uscita Arcoveggio e con l’intersezione per l’A14. Francesco Frisina, 43 anni, residente da anni a Minerbio (Bologna) ma originario di Partinico (Palermo), è deceduto a seguito di uno scontro con due Tir, mentre è ancora in condizioni gravi (ma, a quanto sembra, non in pericolo di vita) il fratello che viaggiava con lui. Procedevano su una Renault Kangoo, in direzione nord, quando l’auto è rimasta incastrata tra i due autoarticolati. I conducenti dei due mezzi pesanti sono invece rimasti illesi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, gli agenti della Polstrada e i vigili del fuoco che hanno estratto la vittima e il fratello ferito dalle lamiere della vettura.

Sono ancora in fase di accertamento le cause che hanno determinato il drammatico incidente. I due fratelli stavano procedendo in direzione nord, quando è avvenuto il sinistro. Per il 43enne, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. Nonostante avesse mantenuto la distanza di sicurezza dal tir che transitava davanti a lui, l’altro camion coinvolto nello scontro, con un autista polacco alla guida, sarebbe arrivato a grande velocità senza riuscire a frenare, finendo per schiacciare la Renault. Il personale del 118 e la polizia autostradale di Altedo sono arrivati subito sul posto e l’intervento è andato avanti per ore, nel tentativo di cercare di estrarre i corpi dalle lamiere: per agevolare la rimozione dei veicoli, si è reso necessario anche il coinvolgimento di un auto-gru dei pompieri.