Ha travolto con la sua auto un pedone, lo ha colpito a un braccio, ma invece di fermarsi per prestargli soccorso, è scappato via. Ma quando è arrivato a casa è stato suo padre a “invitarlo” a tornare sul luogo dell’incidente che aveva causato. L’episodio è avvenuto a notte inoltrata nella provincia di Modena. Intorno alle 4 del mattino Carabinieri e 118 sono intervenuti lungo via Giandegola, tra Carpi e Soliera, dove un uomo di trentasei anni era rimasto ferito dopo essere stato investito da un'auto in transito. Arrivati sul posto i Carabinieri hanno appurato che il conducente del mezzo si era allontanato come se nulla fosse e, mentre i sanitari si sono presi cura del ferito, i militari si sono messi al lavoro per ricostruire l’accaduto e raccogliere elementi utili alle indagini.

Il giovane tornato sul posto col padre è stato denunciato – Poco dopo però sul posto è riapparsa proprio l’auto pirata che aveva investito il pedone per poi scappare via. Alla guida c’era un giovane della zona, un carpigiano di ventidue anni. Il ragazzo che poco prima aveva provocato l’incidente è tornato sul posto insieme al padre, che evidentemente lo ha convinto dopo che il giovane – tornato a casa dopo l’incidente – aveva raccontato quanto accaduto. A quel punto il ventiduenne è stato denunciato dai Carabinieri per il reato di omissione di soccorso. All'uomo travolto in ospedale hanno diagnosticato una frattura a un braccio.