Il ministro pentastellato Alfonso Bonafede prova a spegnere le polemiche sulle divise delle forze dell'ordine, come quelle della Protezione Civile o della Polizia di Stato, sfoggiate con disinvoltura dal ministro degli Interni Matteo Salvini durante eventi pubblici e istituzionali: "Non mi pongo nemmeno il problema di come si veste Salvini: è una cosa che gli piace fare? La facesse, nessun problema", ha detto il ministro della Giustizia, ospite a ‘Otto e mezzo'. "Io spesso metto la spilla della Polizia penitenziaria", ha sottolineato il Guardasigilli.

Oggi il titolare del Viminale ha atteso l'arrivo dell'ex terrorista Cesare Battisti, all'aeroporto di Ciampino di Roma, indossando una giacca della Polizia di Stato. Nei giorni scorsi il leader del Carroccio ha spiegato di non aver intenzione di interrompere questa pratica: "Sono orgoglioso di questi doni, continuerò a indossare divise". Il ministro è però stato accusato di voler solo fare propaganda. Il fatto che un ministro si mostri in pubblico con quest'abbigliamento, è considerata dalle opposizioni una trovata mediatica inopportuna, funzionale anche alla campagna elettorale per le europee 2019.

Il sindacato dei vigili del fuoco, l'Usb, ha già denunciato il ministro leghista per "porto abusivo di divisa". Secondo l'Unione sindacale dal vicepremier verrebbe sistematicamente violato l'articolo 498 del Codice Penale. che recita: "Chiunque fuori dei casi previsti dall'articolo 497-ter, abusivamente porta in pubblico la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, ovvero indossa abusivamente in pubblico l'abito ecclesiastico, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 154 a euro 929”. L'esposto comunque seguirà l'iter unicamente amministrativo. Costantino Saporito, il coordinatore nazionale del sindacato, ha spiegato su Facebook il motivo dell'esposto, che seguirà unicamente l'iter amministrativo: "Facciamo ancora più chiarezza: è vietato indossare divise complete di gradi e mostrine che possano generare confusione e far sembrare che ci si trovi davvero davanti a un poliziotto o a un carabiniere o a un finanziere o corpi equiparati. Indossare semplicemente una maglietta senza gradi né stellette non è invece reato. Il ministro Salvini ha risolto il problema alla sua maniera: lui li ha indossati tutti, i giacconi, i giubbotti e le magliette che fanno tanto ‘sicurezza' nonché materiale di propaganda social". Sulla denuncia comunque ora dovrà esprimersi la magistratura.

Oggi le critiche al ministro sono arrivate anche dall'ex premier Paolo Gentiloni: "Qualche passerella di troppo, in aeroporto, me la sarei risparmiata", ha detto Gentiloni a Un Giorno da Pecora su Rai Radio1, commentando la notizia della cattura dell'ex terrorista. "Io la mattina non è che mi sveglio e penso a come si vestirà Salvini, lui si vesta come crede. La cosa che dà veramente fastidio – ha spiegato Gentiloni – è che il Ministro degli Interni si presenti con la divisa dei pompieri, della polizia o di non so chi nei suoi comizi elettorali, almeno questo ce lo dovrebbe risparmiare".