anniversario 11 settembre
11 Settembre 2021
16:24

Vent’anni dopo l’11 settembre, Milano ricorda le vittime statunitensi: “Siamo tutti americani”

Sono passati vent’anni dal terribile attacco terroristico subìto dagli Stati Uniti per mano di Al-Qaeda di Osama Bin Laden che portò al decesso di circa 3.000 persone tra civili, forze dell’ordine e attentatori. Anche la città di Milano, con i suoi rappresentati politici, ha reso omaggio alle vittime. Sala e Bernardo hanno ribadito che “siamo tutti americani”.
A cura di Filippo M. Capra
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
anniversario 11 settembre

Sono passati vent'anni dal terribile attacco terroristico subìto dagli Stati Uniti per mano di Al-Qaeda di Osama Bin Laden che portò al decesso di circa 3.000 persone tra civili, forze dell'ordine e attentatori. A due decenni di distanza dal capitolo che ha segnato un cambiamento profondo nella Storia del mondo occidentale, anche la città di Milano ha omaggiato tutti coloro i quali hanno perso la vita nel crollo delle Torri Gemelle, al Pentagono e sul volo United93, schiantatosi nelle campagne della Pennsylvania per via della ribellione dei passeggeri ai dirottatori.

Bernardo: L'ho vissuto, 20 anni fa il mondo è cambiato

Fuori dalla campagna elettorale che li sta vedendo impegnati in vista delle elezioni comunali del prossimo ottobre, i due principali candidati alla poltrona di sindaco Beppe Sala e Luca Bernardo, si trovano d'accordo nell'annunciare che "siamo tutti americani". Il Direttore di Pediatria dell'ospedale Fatebenefratelli, candidato del centrodestra, ha detto che "alle 9.03 di vent'anni fa purtroppo il mondo è cambiato. Voglio esprimere vicinanza, solidarietà agli americani e al presidente Biden per quello che è successo, che ha totalmente cambiato il mondo". Quel giorno e in quegli anni, Bernardo prestava servizio come medico in Florida, e ha ricordato così quei momenti drammatici: "L'ho vissuto perché ero a lavorare a Miami, ero andato via da New York e ho visto gli americani colpiti nel profondo nell'anima".

Sala: Siamo tutti americani, ora ancora di più

Il sindaco di Milano Beppe Sala, invece, ha dichiarato che "l'11 settembre del 2011 eravamo tutti americani, a distanza di vent'anni lo siamo ancora di più, perché New York City e l'America sono il motore del mondo libero, democratico e aperto". Il primo cittadino, ricandidato a governare la città, ha poi aggiunto che "Milano, medaglia d'oro della Resistenza e custode della lotta partigiana, riafferma oggi la sua più profonda solidarietà e vicinanza agli Stati Uniti d'America. La nazione che più ci ha aiutato a liberarci dall'orrore nazifascista e che per merito dell'alleanza Nato da 72 anni tutela la nostra sicurezza e la nostra libertà".

anniversario 11 settembre
10 contenuti su questa storia
11 settembre 2001: e se le cose fossero andate diversamente?
11 settembre 2001: e se le cose fossero andate diversamente?
11 settembre, undici anni dopo tra commemorazioni e ferite ancora aperte
11 settembre, undici anni dopo tra commemorazioni e ferite ancora aperte
Ground Zero, i malati di tumore potranno ottenere risarcimento
Ground Zero, i malati di tumore potranno ottenere risarcimento
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni