Hanno dato vita ad una fuga da film per cercare di seminare la volante della polizia che gli stava alle calcagna. Così, hanno imboccato l'autostrada a Cassano Magnago in direzione Varese, procedendo ad alta velocità e compiendo sorpassi pericolosi ai danni degli altri veicoli, mentre gli agenti li inseguivano a sirene spiegate. La sfrenata corsa dei fuggitivi, due uomini con diversi precedenti penali, è terminata con lo schianto del veicolo sul quale viaggiavano contro il muro di una casa e una breve e ulteriore fuga a piedi tra i boschi.

La fuga in autostrada e lo schianto contro un muro: in auto 3 etti di coca

Secondo quanto riportato da Varesenews, nella serata dello scorso 17 novembre, i poliziotti della questura di Varese hanno notato una Fiat Grande Punto sfrecciare ad alta velocità in paese, in direzione dell'autostrada verso il capoluogo di provincia. Gli agenti hanno quindi intimato al conducente del veicolo di fermarsi con l'utilizzo delle sirene ma l'uomo ha tirato dritto, iniziando la fuga spericolata in autostrada. Tallonati dalla polizia, che li ha seguiti lungo tutto il tragitto, sono stati intercettati da altre due volanti che sono riuscite a bloccarne la corsa. L'auto dei malviventi è dunque andata a scontrarsi contro il muro di un'abitazione. Lì, i due sono scesi di corsa procedendo a piedi in una zona boschiva limitrofa dove finalmente sono stati bloccati dai poliziotti e arrestati. Si tratta di un cittadino italiano di 51 anni e un marocchino di 28. Dopo averli ammanettati, gli agenti sono tornati verso l'auto utilizzata per la fuga trovando tre etti di cocaina purissima, poi sequestrata. Ieri, venerdì 20 novembre, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l'arresto.