Covid 19
1 Ottobre 2021
15:56

Vaccino Covid, in Lombardia partono le terze dosi per 710mila over 80

Da domenica 3 ottobre, in Lombardia, sarà possibile per 710mila over 80 lombardi prenotare la terza dose di vaccino anti-Covid. Le somministrazioni partiranno poi lunedì 4 ottobre in 55 centri vaccinali. Per prenotarsi basterà accedere alla piattaforma di Regione. Sempre ad ottobre le vaccinazioni saranno consentite in farmacie e nelle Rsa.
A cura di Ilaria Quattrone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Si parte con le terzi dosi di vaccino anti-Covid in Lombardia: domenica 3 ottobre infatti per 710mila cittadini lombardi over 80, che hanno già eseguito il ciclo completo, sarà possibile prenotarsi sulla piattaforma www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it. Il 4 ottobre inizieranno poi le somministrazioni che saranno effettuate in 55 centri vaccinali.

Come prenotare

Basterà accedere alla piattaforma e cliccare poi sul pulsante che riporta la dicitura "Terza dose – Cittadini con età maggiori di 80 anni". Potranno però aderire solo coloro che hanno ricevuto la seconda dose almeno sei mesi fa. Entro la fine di ottobre, fanno sapere da Regione attraverso una nota stampa, sarà possibile ricevere le somministrazioni nelle Rsa e nelle farmacie.

Proseguono terze dosi per i pazienti fragili

E mentre lunedì inizieranno le somministrazioni per gli over 80, continuano quelle per i soggetti fragili indicati dal ministero della Salute. In questo caso la campagna è partita il 20 settembre. Tra loro configurano chi ha subito un trapianto e gli immunocompromessi. Per sapere se la propria patologia è inidicata dal ministero basterà entrare sul sito di Regione o verificarlo con il proprio medico. Anche in questo caso, l'iter da seguire è lo stesso: bisognerà entrare sulla piattaforma di Regione e cliccare sul pulsante dove è scritto "Terza dose – Cittadini trapiantati e immunicompromessi".

Le terze dosi o "booster" sono previste per coloro che, a causa di patologie o terapie, hanno una risposta immunitaria minore alle due dosi di vaccino. Al momento è prevista quindi per tutti quelli che rischiano di sviluppare delle malattie gravi a causa delle loro condizioni di fragilità.

28204 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni