30 Settembre 2021
10:04

Una raccolta fondi a sostegno delle famiglie di Emanuele Jagdeep, gli operai morti all’Humanitas

Un sostegno concreto alle famiglie di Emanuele Zanin e Jagdeep Singh, i due operai di 46 e 42 anni che hanno perso la vita in un incidente sul lavoro all’ospedale Humanitas di Pieve Emanuele. Intanto la Procura ha disposto l’autopsia sui due cadaveri prima di dare il nullaosta ai famigliari per procedere con le esequie.
A cura di Filippo M. Capra
Emanuele Zanin e Jagdeep Singh
Emanuele Zanin e Jagdeep Singh

È stata avviata una raccolta fondi a sostegno delle famiglie Zanin e Singh per dare una mano ai famigliari di Emanuele e Jagdeep, gli operai morti all'ospedale Humanitas a causa di una fuga di azoto che li ha intossicati. Entrambi avevano due bambini: Emanuele due figli di 11 e 14 anni, Jagdeep di 3 e 11. Al momento le famiglie sono in attesa di ricevere i loro corpi per poter procedere ai funerali ma le funzioni potranno essere svolte solo una volta che l'autorità giudiziaria avrà svolto l'autopsia. Per la loro morte, la Procura ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo che al momento non ha indagati.

Una raccolta fondi per Emanuele e Jagdeep

Emanuele Zanin, 46enne, viveva a Molinetto di Mazzano, paese della provincia di Brescia, insieme alla moglie Roberta e ai loro due figli. Jagdeep Singh, invece, 42 anni, viveva in Valcamonica da circa 15 anni dopo essere arrivato dall'India, suo Paese di origine. In passato aveva vissuto anche a Malonno, mentre da qualche settimana aveva preso casa a Piamborno. La raccolta fondi sarebbe infatti nata nel suo paese e avrebbe coinvolto sia il Comune che la parrocchia. I due operai sono ricordati dai rispettivi concittadini come grandi lavoratori, dediti alla famiglia e ad elogiare la vita.

Erano dipendenti della Autotrasporti Pè di Costa Volpino e in occasione dell'incidente che gli ha tolto la vita stavano prestando servizio per conto della Sol, un'azienda brianzola specializzata nel campo dei materiali chimici negli ospedali. La sostituzione della riserva di azoto nel serbatoio del nosocomio stava procedendo bene fino a quando non è successo qualcosa. La Procura indaga per ricostruire l'accaduto e definire eventuali responsabilità.

I compagni di squadra di Dimitri Roveri, morto in campo: "Non ci sono parole, aiuteremo tuo figlio"
I compagni di squadra di Dimitri Roveri, morto in campo: "Non ci sono parole, aiuteremo tuo figlio"
Il Cimitero degli animali di Vigevano rischia lo sfratto: "Ci sposteremo solo se ce lo impongono"
Il Cimitero degli animali di Vigevano rischia lo sfratto: "Ci sposteremo solo se ce lo impongono"
Istanbul, esplode una fabbrica di vernici: almeno tre persone morte
Istanbul, esplode una fabbrica di vernici: almeno tre persone morte
23 di Viral News
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni