Ultime notizie sull'omicidio di Lucia Cipriano
30 Maggio 2022
20:07

Tutte le bugie di Rosa Fabbiano, la donna che avrebbe ucciso e fatto a pezzi la madre

Dal Covid e fino al ricovero in Rsa: sono state diverse le bugie che Rosa Fabbiano, la donna accusata di aver ucciso la madre, avrebbe raccontato alle sorelle e ai famigliari.
A cura di Ilaria Quattrone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Ultime notizie sull'omicidio di Lucia Cipriano

Sono state tante le bugie che Rosa Fabbiano, la donna accusata di aver ucciso la madre di 84 anni e di averla poi fatta a pezzi lasciandola nella vasca da bagno del suo appartamento di Melzo (Milano). Menzogne che avrebbe raccontato a vicini di casa, alle sorelle, al marito e anche al figlio. Per gli inquirenti e il giudice per le indagini preliminari che ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare, il movente sarebbe da ritrovarsi nell’assoluta incapacità "dimostrata dall’indagata nel sopportare il decadimento fisico e mentale altrui e, in particolare, di coloro che le sono affettivamente legati".

La badante assunta e licenziata in 24 ore

Il 24 marzo, una badante – che era stata assunta proprio quel giorno per potersi prendere cura dell'84enne – contatta Rosa Fabbiano: la donna è con la guardia medica, chiede alla figlia di poterla raggiungere nell'appartamento della madre spiegandole come fosse impossibile gestire l'anziana a causa delle sue condizioni di salute. Quello è stato il primo e ultimo giorno di lavoro in quell'appartamento. Qualche giorno dopo questo episodio, Lucia Cipriano scomparirà nel nulla nascosta dalle bugie della figlia.

Le bugie di Rosa Fabbiano

Alle sorelle Loredana e Cosima, preoccupate perché non riuscivano in alcun modo a mettersi in contatto con l'84enne, Rosa racconta di aver portato la madre a casa sua. Sempre a loro dice che la madre aveva preso il Covid e che infine l'aveva fatta ricoverare in una Rsa, vicino casa. Una bugia raccontata anche al marito e al figlio. Sarà poi Loredana, che vive a Trento, che deciderà di vederci chiaro in questa vicenda: il 26 maggio – due mesi più tardi – si recherà a Melzo e a lei, la sorella dirà di aver fatto un disastro. Dopodiché, allertati i carabinieri, sarà trovato il cadavere della madre in una vasca.

L'omicidio della madre

In base a quanto scoperto dagli inquirenti, la donna avrebbe lasciato l'anziana madre nella vasca, l'avrebbe poi coperta con un telo di cellophane facendola così morire per asfissia. Per fare a pezzi il corpo, avrebbe poi usato una sega di 31 centimetri, dei guanti in lattice, una tuta e una cuffietta. La donna adesso si trova in carcere a San Vittore: durante gli interrogatori, ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Rosa Fabbiano, la donna accusata di aver ucciso e fatto a pezzi la madre. L'avvocato:
Rosa Fabbiano, la donna accusata di aver ucciso e fatto a pezzi la madre. L'avvocato: "È devastata"
Chi è Rosa Fabbiano, la donna che ha ucciso la madre e ha vissuto per due mesi con il suo cadavere
Chi è Rosa Fabbiano, la donna che ha ucciso la madre e ha vissuto per due mesi con il suo cadavere
Lucia Cipriano, uccisa e fatta a pezzi: la figlia avrebbe ammesso ai carabinieri l'omicidio
Lucia Cipriano, uccisa e fatta a pezzi: la figlia avrebbe ammesso ai carabinieri l'omicidio
Precipita per 200 metri sull'Adamello davanti agli occhi del fratello, Ilaria Magli morta a 31 anni
Precipita per 200 metri sull'Adamello davanti agli occhi del fratello, Ilaria Magli morta a 31 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni