È arrivata anche la conferma di Trenord sul primo sciopero del 2021. Tutto confermato, dunque: i treni del servizio regionale, suburbano e il servizio aeroportuale potranno subire variazioni o cancellazioni dalle 3 di domenica 24 gennaio alle 2 di lunedì 25 gennaio, come indetto dal sindacato Orsa Ferrovie. Sono queste infatti le date scelte dai rappresentanti dei lavoratori per recuperare la manifestazione dello scorso 15 novembre saltata "per senso di responsabilità a causa della pandemia", come ha riportato in una nota il gruppo sindacale. Nel dettaglio, dal momento che lo sciopero cade la domenica Trenord non garantisce i treni neanche nelle fasce orarie di garanzia. Per venire incontro invece ai pendolari dei servizi aeroportuali, la società di trasporti metterà a disposizione, nel caso di cancellazione dei treni, autobus sostitutivi da Milano Cadorna a Malpensa Aeroporto T1, senza alcune fermate intermedie. Gli autobus partiranno da via Paleocapa.

Le ragioni dello sciopero

Le ragioni dello sciopero restano quelle già spiegate lo scorso 15 novembre: "L'atteggiamento arrogante e superbo tenuto dai vertici di Trenord: anziché riscontrare un sistema partecipativo e costruttivo finalizzato alla risoluzione positiva dei problemi si è verificato un comportamento esattamente opposto", spiegano da Orsa Ferrovie. E ancora: "Abbiamo riscontrato che nel settore del commerciale si è realizzato un confronto che non ha tenuto in considerazione la nostra rappresentanza sia per i contenuti sia per il metodo con cui è stata condotta la trattativa". Così i lavoratori si preparano a incrociare le braccia e a proclamare il primo sciopero del nuovo anno.