239 CONDIVISIONI
28 Luglio 2022
9:59

Si suicida dopo aver ucciso il compagno dell’ex e ferito lei, i parenti della donna: “Terrorizzata da lui”

Remzije Veseli, la donna di 45 anni ferita da Salvatore Stefano Solazzo che si è suicidato dopo aver ucciso il suo fidanzato tra Cantello e Stabio, in provincia di Varese era terrorizzata dal suo ex compagno. A raccontarlo sono i fratelli della 45enne.
A cura di Ilaria Quattrone
239 CONDIVISIONI

Era terrorizzata dal suo ex compagno. A raccontarlo sono i fratelli e i parenti di Remzije Veseli, la donna di 45 anni ferita da Salvatore Stefano Solazzo che si è suicidato dopo aver ucciso il suo fidanzato tra Cantello e Stabio, in provincia di Varese. Le condizioni di Veseli, unica sopravvissuta in questa terribile tragedia e ricoverata nell'ospedale di Lugano, migliorano di giorno in giorno. Intanto emergono nuovi particolari in questa terribile vicenda.

Il racconto del fratello della 45enne

Un fratello della donna ha raccontato al quotidiano "Il Corriere della Sera" come la donna fosse costretta a vivere in una condizione di costante terrore: la 45enne, originaria del Kosovo, ha due sorelle e due fratelli. Uno di loro ha raccontato che la donna e Solazzo sono stati insieme per quattro anni per poi lasciarsi due mesi fa: "Con la fine della storia, e il nuovo legame di Remzije, la situazione era, se possibile, ancor peggiorata".

Dalle indagini degli investigatori è emerso che Morello doveva fare da mediatore tra i due, ma proprio Morello e la donna avrebbero iniziato a frequentarsi. Due giorni prima l'omicidio, l'uomo si era presentato davanti al palazzo dalla ex: "Lei non gli apriva il portone, e Solazzo si era messo a citofonare a chiunque nel condominio ordinando di farlo salire".

Un giorno l'avrebbe anche pedinata. Nonostante gli episodi di violenza, né la donna né i familiari hanno sporto denuncia: "Remzije credeva che una denuncia lo avrebbe fatto solo infuriare". Era convinta di poterlo calmare e che in questo modo "si sarebbe fermato".

L'omicidio e poi il suicidio

Nella serata di lunedì 25 luglio, intorno alle 18, l'assassino aveva seguito con la sua auto il nuovo compagno dell'ex: si tratta di Daniele Morello, imprenditore nel settore dei trasporti. Solazzo gli avrebbe abbagliato, l'uomo – dopo averlo riconosciuto allo specchiato – avrebbe deciso di accostarsi. L'assassino si sarebbe accostato a lui e gli avrebbe sparato. Per Morello non c'è stato nulla da fare.

Dopo trenta minuti, Solazzo aveva raggiunto l'ingresso delle terme di via ai Bagni a Stabio dove lavora la sua ex. Le avrebbe esploso contro un colpo all'addome e, convinto di averla uccisa, sarebbe entrato nella struttura dove poi si è ucciso. Sul posto sono intervenuti i medici e i paramedici del 118 che hanno constato che la donna fosse ancora viva: l'hanno quindi trasferita in condizioni drammatiche in ospedale.

239 CONDIVISIONI
Scalea, vigilante uccide l'ex compagna e poi si suicida
Scalea, vigilante uccide l'ex compagna e poi si suicida
54.844 di Palma Antonio
Picchia e minaccia la ex compagna, poi le chiede 500 euro di
Picchia e minaccia la ex compagna, poi le chiede 500 euro di "risarcimento" per averlo lasciato
Maria Facchinetti, chi è l'anziana donna uccisa dal figlio che ha poi tentato il suicidio
Maria Facchinetti, chi è l'anziana donna uccisa dal figlio che ha poi tentato il suicidio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni