38 CONDIVISIONI
Stefania Rota morta a Mapello

Scoperte tracce sull’auto di Stefania Rota, trovata morta in casa due mesi dopo il decesso

Sulla Ford Fiesta di Stefania Rota, la donna trovata morta lo scorso 21 aprile nella sua casa di Mapello (Bergamo) quasi due mesi dopo il decesso, sono state trovate delle tracce. Di cosa si trattino è ancora da scoprire.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Giorgia Venturini
38 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Stefania Rota morta a Mapello

Sono state trovate delle tracce sulla Ford Fiesta di Stefania Rota, la donna trovata morta lo scorso 21 aprile nella sua casa di Mapello (Bergamo) quasi due mesi dopo il decesso. Di cosa siano le tracce è ancora tutto da capire: potrebbero essere di sangue o di un'altra sostanza. Certo è che i carabinieri sono riusciti a scoprirle solo grazie al luminol. Ora queste trecce potrebbero svelare particolari indispensabili per capire cosa sia successo alla 62enne. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio volontario.

Si cerca ancora la borsa e il cellulare

Subito dopo il ritrovamento del cadavere, i militari si erano accorti che mancavano alcuni effetti personali della donna. Come la borsa e il cellulare, fino a scoprire che era scomparsa anche la macchina. L'auto è stata rintracciata alcuni giorni dopo a poco più di cento metri dalla sua casa, in un parcheggio pubblico. All'interno della macchina sono stati trovati una tanica, una coperta, un maglione e alcuni sacchetti della spesa. Si cercano ancora la borsa e il cellulare.

Le indagini si stanno concentrando sugli schizi di sangue trovate all'interno dell'appartamento e quelle sull'auto non ancora identificate. Dalla casa i carabinieri della Scientifica, durante i sopralluoghi svolti nei giorni scorsi, hanno portato via quattro buste contenenti diversi reperti. I medici legali faranno chiarezza invece sulle lesioni alla testa.

Chi era Stefania Rota

Stefania Rota da anni viveva da sola nella sua casa di Mapello. I suoi unici parenti erano alcuni cugini con cui aveva ancora qualche legame ma vivevano in Liguria e quindi non si sentivano spesso. Sapevano del suo lavoro come operatrice sanitaria e perciò non avevano sospettato nulla riguardo quel periodo di assenza.

38 CONDIVISIONI
26 contenuti su questa storia
Ivano Perico ha confessato l'omicidio della cugina Stefania Rota: il movente sarebbe un garage abusivo
Ivano Perico ha confessato l'omicidio della cugina Stefania Rota: il movente sarebbe un garage abusivo
Perché Stefania Rota non ha ancora avuto il funerale dopo più di 2 mesi dal ritrovamento del corpo
Perché Stefania Rota non ha ancora avuto il funerale dopo più di 2 mesi dal ritrovamento del corpo
"Ivano Perico chiarirà tutto sull'omicidio di Stefania Rota": l'annuncio degli avvocati
"Ivano Perico chiarirà tutto sull'omicidio di Stefania Rota": l'annuncio degli avvocati
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni