Tempo instabile per il prossimo weekend su Milano e nelle principali città della Lombardia. Secondo quanto previsto dagli esperti meteo di Arpa Lombardia infatti per il weekend del 28-29 novembre il tempo stabile di questi giorni con qualche nebbia in pianura lascerà spazio a nubi e rovesci isolati: dalla sera di venerdì 27 novembre e fino al mattino di domenica 29 novembre la spostamento del minimo verso est determinerà anche sulla nostra regione maggiore nuvolosità e la possibilità di isolata pioviggine sui settori meridionali.

Meteo Milano venerdì 27 novembre: minime sotto lo zero

Per quanto riguarda la giornata di oggi venerdì 27 novembre, il cielo sarà al mattino poco nuvoloso o velato, con qualche addensamento su Appennino e Nordovest e foschia estesa in pianura, mentre dal pomeriggio ci sarà nuvolosità in aumento a partire dai settori meridionali ed occidentali; meno interessate le Alpi. Le precipitazioni saranno assenti, salvo deboli isolate possibili sull'Appennino in tarda serata, mentre le temperature registreranno un lieve aumento nelle minime e un leggero calo delle massime. Mentre le prime oscilleranno in Pianura tra -1 e 2 gradi, le massime si aggireranno tra i 7 e i 9 gradi.  tra 7°C e 9°C. Presente nebbia a banchi e foschia diffusa in tutta la Pianura alla notte ed al primo mattino.

Previsioni meteo Milano sabato 28 novembre: pioggia in Pianura

Per quanto riguarda le previsioni meteo per sabato 28 novembre, il cielo sarà piuttosto nuvoloso in Pianura, sulle Alpi invece sarà prevalentemente sereno mentre si presenterà parzialmente nuvoloso altrove. Le piogge saranno deboli isolate sull'Oltrepò Pavese sia durante la notte che al mattino, mentre al pomeriggio saranno assenti o molto deboli occasionali sui settori più meridionali della regione. Per quanto riguarda le temperature invece queste saranno in aumento nelle minime, mentre le massime saranno stazionarie o in lieve calo: le prime si aggireranno intorno ai 2 gradi, le seconde invece intorno agli 8 gradi. I venti saranno in pianura deboli di direzione variabile, mentre in montagna deboli dai quadranti meridionali.