La settimana si apre all'insegna del maltempo a Milano e in Lombardia. Le previsioni meteo per lunedì 26 e martedì 27 ottobre annunciano pioggia e vento forte, con allerta meteo arancione per rischio idrogeologico in diversi settori del territorio regionale. A rischio tutte le aree alpine e prealpine settentrionali, ma anche l'Oltrepò pavese. Colpa di un'ampia area depressionaria, centrata a nord delle Isole Britanniche, che si approfondisce sull’Europa nord-occidentale, con associata aria fredda di origine polare, determinando una saccatura che nella giornata di lunedì si allunga verso il Mediterraneo. "Martedì minimo della saccatura in spostamento verso sudest nel Mediterraneo Centrale, sulla Lombardia residua instabilità fino al mattino", spiegano i meteorologi di Arpa Lombardia. "Poi correnti occidentali, mercoledì stabili, giovedì con bassa probabilità di precipitazioni su Alpi di confine e Appennino".

Previsioni meteo Milano e Lombardia lunedì 26 ottobre

Lunedì 26 ottobre ovunque cielo coperto. Precipitazioni diffuse e persistenti per tutta la giornata, nella notte e primo mattino solo sui settori occidentali, poi in estensione a tutta la regione, localmente anche a carattere di temporale. Temperature minime in moderato aumento, massime in calo. In pianura minime intorno a 12 °C, massime intorno a 14 °C ad ovest, a 17 °C ad est.

Previsioni meteo Milano e Lombardia martedì 27 ottobre

Martedì 27 ottobre fino al mattino cielo molto nuvoloso o coperto in tutta la Lombardia, poi irregolari schiarite da ovest. Precipitazioni fino al mattino deboli sparse, anche a carattere di rovescio; dal pomeriggio assenti salvo residue deboli sui settori meridionali ed orientali. Temperature minime in lieve calo, massime in lieve aumento.

Mercoledì 28 ottobre cielo ovunque poco nuvoloso, con possibili banchi di nebbia in pianura al mattino. Precipitazioni assenti. Temperature minime in forte calo, massime stazionarie o in lieve aumento. Giovedì nuvolosità variabile. Bassa probabilità di deboli precipitazioni su Alpi di confine, Appennino e settori orientali. Temperature stazionarie.