Un ragazzo di 18 anni e un 17enne sono stati arrestati dai carabinieri a Milano con le accuse di aver commesso tre violente rapine nella zona del parco di largo Marinai d'Italia. Le indagini dei carabinieri della stazione di Milano Porta Monforte sono partite a maggio dello scorso anno, quando alcuni minori si erano presentati in caserma accompagnati dai genitori, denunciando di aver subito una violenta aggressione e poi una rapina. I due aggressori, all'epoca dei fatti entrambi minorenni, in quell'occasione avevano sottratto alle loro vittime, che si trovavano in compagnia di alcuni amici all’interno del parco di largo Marinai d’Italia, un paio di occhiali griffati, un cappellino e delle cuffie.

Le rapine sono avvenute nella zona di largo Marinai d'Italia

Il secondo episodio era avvenuto a giugno dello scorso anno nella vicina piazza Grandi. La vittima in quell'occasione è stata un ragazzo di 15 anni: stava passeggiando nei giardini di piazza Grandi quando era stato improvvisamente avvicinato dai due giovani, che lo avevano afferrato per il collo e colpito con violenti schiaffi alla testa e poi si erano fatti consegnare il cellulare e denaro contante. L’ultima rapina risale allo scorso settembre: uno dei due arrestati, assieme ad altri coetanei ancora da identificare, aveva avvicinato una coppia di 25enni e, dopo averli minacciati con un coltello, li aveva rapinati di denaro e buoni sconto.

A coordinare le indagini, condotte analizzando le utenze telefoniche e sulla base dell'attento esame delle testimonianze, è stata il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Milano, Luisa Russo. Gli elementi raccolti nei confronti dei due indagati hanno permesso di identificarli con certezza come gli autori delle rapine. Il 18enne, con precedenti per reati contro il patrimonio, è finito in carcere. Il 17enne, incensurato, è stato invece portato in una comunità per minori.