213 CONDIVISIONI
News sull'omicidio di Yana Malayko

Omicidio Yana Malayko, l’ex fidanzato aveva nascosto una vanga in auto: potrebbe esserci un complice

Sull’auto di Dumitru Stratan, accusato di aver ucciso l’ex fidanzata Yana Malayko e averne nascosto il cadavere, sarebbe stato trovato non solo del sangue, ma anche una piccola vanga. Gli inquirenti indagano anche sulla possibilità che il 33enne possa aver avuto un complice.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Ilaria Quattrone
213 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sull'omicidio di Yana Malayko

Sull'auto di Dumitru Stratan, accusato di aver ucciso l'ex fidanzata Yana Malayko e averne nascosto il cadavere, sarebbe stato trovato sangue e una piccola vanga: a riportarlo è il quotidiano Il Corriere della Sera. Il 33enne, che al momento si trova in carcere a Mantova, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, ci sarebbe anche quella relativa alla possibile presenza di un complice.

Anche su questo aspetto però Stratan non ha fornito alcun elemento. La 23enne sarebbe stata uccisa nella notte di venerdì 20 gennaio: lei e Dumitru si sarebbero scambiati alcuni messaggi dopodiché il 33enne sarebbe andato a casa della sorella dove era ospite proprio l'ex fidanzata.

Immagine

Il 33enne sarebbe stato visto con un sacco nero

Sarebbe arrivato alle 2 di notte e andato via verso le 5 del mattino. Sarebbe stato visto con un sacco nero che avrebbe poi caricato in auto. Da quel momento non si sono più avute notizie della ragazza. I carabinieri stanno perlustrando le campagne mantovane alle ricerca del corpo.

Con loro anche il padre della ragazza che nei giorni scorsi, tramite anche Fanpage.it, aveva chiesto al 33enne di rivelare dove avesse nascosto il cadavere. A denunciare Dumitru sarebbe stata proprio la sorella Christina che, appena rientrata a casa, avrebbe visto sangue e non avrebbe più trovato Yana.

L'ultima videochiamata con la madre

La ragazza, come rivelato dalla madre in una lunga lettera, aveva deciso di interrompere la relazione con il 33enne che aveva conosciuto non appena aveva iniziato a lavorare nel bar gestito dalla sorella Christina. Quest'ultima avrebbe appoggiato e condiviso la scelta della ragazza, che considerava "una sorella", tanto da offrirle una sistemazione temporanea in attesa di trovare qualcosa di migliore.

Anche perché l'ex fidanzato aveva le chiavi di quell'appartamento. Prima del 20 gennaio i due avrebbero avuto alcuni litigi. Il 18 gennaio la madre ha videochiamato per l'ultima volta la figlia: "Ha parlato dei suoi piani, che era molto contenta di aver deciso di andarsene".

213 CONDIVISIONI
37 contenuti su questa storia
La mamma di Yana Malayko, uccisa dall'ex: "Bisogna agire per fermare la spirale di violenza contro le donne"
La mamma di Yana Malayko, uccisa dall'ex: "Bisogna agire per fermare la spirale di violenza contro le donne"
Omicidio Yana Malaiko, l'ex fidanzato rischia l'ergastolo: è stato rinviato a giudizio
Omicidio Yana Malaiko, l'ex fidanzato rischia l'ergastolo: è stato rinviato a giudizio
Al via il processo contro Dumitru Stratan, che ha ucciso l'ex fidanzata Yana Malayko
Al via il processo contro Dumitru Stratan, che ha ucciso l'ex fidanzata Yana Malayko
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni