Ombretta Fumagalli Carulli (Archivio)
in foto: Ombretta Fumagalli Carulli (Archivio)

Lutto nel mondo accademico e della politica di Milano: è morta Ombretta Fumagalli Carulli, più volte deputata, senatrice e sottosegretaria. Aveva compiuto 77 anni da poco ed era malata da tempo. Nel 2001, dopo una lunga carriera politica trascorsa nelle file della Democrazia cristiana, del Centro cristiano democratico e di Rinnovamento italiano (movimento fondato da Lamberto Dini), era tornata alla sua prima passione: l'attività accademica. Dal 2003 era stata nominata da Papa Giovanni Paolo II nel corpus dell’Accademia Pontificia delle Scienze Sociali.

È stata la prima donna a ricoprire una cattedra di Diritto canonico

Ombretta Fumagalli Carulli era nata a Meda, in provincia di Monza e Brianza, il 5 marzo del 1944. Aveva studiato all'Università Cattolica di Milano, dove si era laureata con lode in Giurisprudenza e dove era tornata qualche anno dopo come docente. È stata la prima donna in Italia a ricoprire una cattedra di Diritto canonico, prima a Ferrara e poi appunto proprio alla Cattolica di Milano. Nel 1987 era entrata per la prima volta in Parlamento, eletta come deputata nelle file della Dc. È stata per tre legislature a Montecitorio e nel 1996 era stata eletta senatrice. È stata sottosegretaria nel governo Ciampi, nel primo governo Berlusconi, nel governo D'Alema e nel secondo governo Amato. È anche stata membro del Consiglio superiore della magistratura. Tra coloro che la ricordano molti ne sottolineano la rilevanza nel mondo giuridico, quale autrice di importanti pubblicazioni in diritto canonico, storia della Chiesa e diritto ecclesiastico. Cordoglio a "una delle figure politiche e culturali di spicco nella città di Milano" è stato espresso anche da Assoedilizia.