Foto: Questura di Milano
in foto: Foto: Questura di Milano

Non solo incidenti e rapine: a Milano il monopattino elettrico viene utilizzato anche per spacciare droga. Ad applicare il nuovo metodo di spaccio è stato un ragazzo di 25 anni di origini marocchine arrestato dalla polizia nella giornata di ieri, mercoledì 15 ottobre.

Lo spacciatore consegnava le dosi con il monopattino elettrico

Secondo quanto ricostruito dagli agenti del commissariato Mecenate, attraverso le indagini, la base operativa del ragazzo era uno stabile in viale Ungheria. Qui, conservava le dosi di droga che venivano successivamente consegnate a bordo del monopattino elettrico ai clienti che lo attendevano in strada. Il blitz della polizia è scattato nel pomeriggio di ieri quando, poco dopo le 17, gli agenti hanno notato un cliente del pusher, un uomo di 49 anni anch'egli di origini marocchine, in attesa dello spacciatore. Quest'ultimo è sopraggiunto poco dopo sfrecciando con il monopattino elettrico: dopo un breve colloquio e un rapido scambio di oggetti, si sono salutati procedendo in direzioni differenti.

Nell'appartamento del pusher trovati cocaina, marijuana e hashish

Fermato, l'acquirente è stato trovato con poco meno di un grammo e mezzo di cocaina suddivisi in tre involucri diversi, mentre il pusher, raggiunto poco dopo, aveva ulteriori tre dosi di coca e circa 120 euro in contanti. Dopodiché, i poliziotti hanno optato per una perquisizione più ampia svolta nel suo appartamento, dove hanno rinvenuto un borsa di plastica, poi sequestrata, contenenti ulteriori 1,6 grammi di cocaina, un pacchetto di sigarette contenente alcune dosi di marijuana e un panetto di hashish di circa un etto. Inoltre, nella borsa gli agenti hanno trovato anche un bilancino di precisione, utilizzato per pesare le dosi della droga, e 560 euro in contanti. Il pusher è stato quindi arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, mentre il cliente è stato sanzionato per uno di sostanze stupefacenti.