La Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per lo speaker radiofonico di R101, Fernando Proce, accusato di violenza sessuale dopo la chiusura delle indagini, coordinate dal dipartimento fasce deboli.

Lo speaker di R101 accusato di violenza sessuale

A dare il via all'inchiesta, la denuncia di una ragazza che stava facendo la gavetta presso la stazione radiofonica, accusando Proce di averla molestata sia verbalmente che fisicamente tra il 2019 e il 2020. Per il momento, lo speaker di R101 non si è fatto interrogare ma la richiesta del processo lo porterà a presenziare all'udienza preliminare davanti al gup e al pubblico ministero in compagnia del suo avvocato. Lì, il gup deciderà se proscioglierlo da ogni accusa oppure accogliere la richiesta di rinvio a giudizio proseguendo con il procedimento penale a suo carico come richiesto dal pm.

La carriera di Fernando Proce, dalle radio regionali a Rtl e Radio Monte Carlo

Una delle voci radiofoniche più conosciute d'Italia, che ha lavorato presso emittenti del calibro di Rtl 102.5, Radio 105 e Radio Monte Carlo, prima di sbarcare a R101, potrebbe quindi dover affrontare il processo per rispondere delle accuse di violenza sessuale in merito agli accertamenti degli inquirenti. Nella sua lunga carriera, Proce ha vinto anche diversi: dal Dance Award nelle vesti di miglior dj al Telegatto per "La voce più bella della radio" sino alle tre premiazioni all'Oscar radiofonico Cuffie D'Oro. Come si legge poi dalla sua breve biografia sul sito di R101, Proce ha avuto anche "una breve esperienza nelle radio regionali".

I legali di Proce: Non è stato rinviato a giudizio, procedimento privo di fondamento accusatorio

In una nota ufficiale, firmata dai legali di Fernando Proce, Alessandra Viterbo e Tommaso Delfino, si legge che il loro assistito "non è stato assolutamente rinviato a giudizio ma esiste esclusivamente una richiesta non ancora accolta in quanto in attesa di udienza preliminare non ancora fissata in merito ad un procedimento totalmente privo di fondamento accusatorio".