2 Maggio 2022
12:47

Milano, educatore denunciato per molestie a due alunne disabili: è accusato di averle palpeggiate

Un educatore 50enne di Milano è stato denunciato per molestie a due alunne disabili di 14 anni. I fatti risalgono a dicembre 2020. Ora le ragazzine verranno ascoltate in audizione protetta, mentre l’incidente probatorio sarà a giugno.
A cura di Enrico Spaccini
Foto di repertorio
Foto di repertorio

Un educatore di una scuola superiore di Milano è accusato di violenza sessuale nei confronti di due alunne disabili di 14 anni. La denuncia è scattata nel dicembre del 2020 e il prossimo giugno, come riporta il quotidiano "La Repubblica", si terrà l'incidente probatorio. Prima, però, le due ragazzine verrano ascoltate, in audizione protetta e alla presenza di una psicologa, come richiesto dal 50enne indagato che ha sempre smentito le accuse.

L'anno scolastico 2020/2021

I fatti risalgono ai primi mesi dell'anno scolastico 2020/2021. L'andamento della pandemia di Covid-19 ha portato alla chiusura gli istituti scolastici di tutta Italia. Gli studenti seguono le lezioni da casa, ma agli alunni più fragili è consentito di recarsi in aula pur mantenendo tutte le precauzioni del caso. In accordo con le rispettive famiglie, le due 14enni scelgono di frequentare il primo anno di superiori in presenza. Una delle due ha un'invalidità dovuta a sordità, l'altra ha un disturbo specifico dell'apprendimento. Perciò, un educatore di 50 anni era stato messo al loro fianco per aiutarle a seguire a distanza. L'uomo era stato scelto tra il personale di una cooperativa che già prestava servizio nell'istituto, con esperienza di laboratori teatrali e progetti di educazione socio-affettiva con bambini preadolescenti e adolescenti.

La denuncia e le indagini

È dicembre quando una delle due famiglie denuncia l'uomo. Una delle due 14enni ha raccontato ai genitori come l'educatore si sarebbe messo al suo fianco e avrebbe iniziato a palpeggiarla e molestarla verbalmente, per poi importunare anche l'altra ragazzina. Sono scattate subito le indagini dei carabinieri di Milano per violenza sessuale, coordinate dal pubblico ministero Ilaria Perinu. Nell'interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari Giulio Fanales, l'uomo ha sostenuto che la ragazzina lo avrebbe denunciato "per ripicca", dato che si era arrabbiata con lui per aver riferito a terzi le sue confidenze. Per questo motivo ha chiesto, e ottenuto, che le due 14enni vengano ascoltate prima dell'incidente probatorio fissato per giugno. Nel frattempo, l'educatore è stato posto a procedimento disciplinare dalla stessa cooperativa: dopo un'ammonizione scritta, è stato allontanato e trasferito in un altro plesso dell'istituto.

Giravano per Milano con due pistole in auto: fermati dalla polizia, uno dei due è stato arrestato
Giravano per Milano con due pistole in auto: fermati dalla polizia, uno dei due è stato arrestato
Fiamme avvolgano un appartamento nella notte: due residenti rimasti intrappolati, di cui uno disabile
Fiamme avvolgano un appartamento nella notte: due residenti rimasti intrappolati, di cui uno disabile
Lorenzo Brenta, morto per un malore in autostrada. La moglie:
Lorenzo Brenta, morto per un malore in autostrada. La moglie: "Noi due sull'asfalto, viva per miracolo"
Stupro di gruppo a Milano, la donna bloccata e trascinata dietro a una siepe: il racconto dei passanti
Stupro di gruppo a Milano, la donna bloccata e trascinata dietro a una siepe: il racconto dei passanti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni