La metropolitana di Brescia
in foto: La metropolitana di Brescia

Il maltempo sta travolgendo la Lombardia. I danni e i disagi che si stanno registrando non sono circoscritti alla sola città di Milano, dove il Seveso è esondato e le strade sono piene di acqua, ma hanno toccato anche le altre province. A patire, per il momento, le conseguenze peggiori, sono state Bergamo e Varese. Le vie della prima risultano allagate, le strade della seconda sono flagellate dalla caduta di chicchi di grandine grandi come noci.

Caselli chiusi sull'autostrada A4

Anche sull'autostrada A4 Torino-Venezia, in direzione del capoluogo di regione veneto, all'altezza di Bergamo, la pioggia è caduta incessantemente, causando la chiusura dei caselli di Dalmine e Bergamo per allagamenti e straripamenti. Disagi anche lungo le carreggiate dell'A4, dove alcuni incidenti, non gravi, hanno rallentato il traffico. Tra Bergamo e Seriate, poi, un tir ha perso il proprio carico, mandando in tilt la circolazione già nelle prime ore della giornata. Nelle vie del capoluogo di provincia, invece, sono stati diversi gli allagamenti e gli interventi dei vigili del fuoco. Non cambia la situazione in provincia, dove da Castione alla Bassa si sono registrati violenti rovesci che, a tratti, si sono trasformati in grandine. Molti gli scantinati sommersi dall'acqua e molti i comuni in cui è saltata la corrente elettrica.

Cascata nella metropolitana di Brescia

Grandi disagi anche a pochi chilometri di distanza, a Brescia, dove via Trieste si è trasformata in un fiume a causa delle ingenti piogge della mattinata. Ma c'è di più, perché le scale della metropolitana del capoluogo di provincia lombardo si sono trasformate in una cascata con cui viene riversata sottoterra tutta l'acqua abbattutasi su Brescia. La stazione di porta Vittoria risulta essere per il momento la più colpita.

 

Tempesta di grandine in Brianza e nel Varesotto

Situazione simile anche in Brianza e nel Varesotto, zone in cui si è abbattuta una fortissima grandinata che ha sconvolto la popolazione. Come testimoniato dalle immagini, in provincia di Varese sono caduti chicchi grandi come noci. La violenza della perturbazione che sta investendo la Lombardia potrebbe durare almeno fino a mezzogiorno, quando le nuvole dovrebbero man mano allontanarsi lasciando spazio a tenui raggi di sole.