203 CONDIVISIONI
15 Luglio 2021
9:51

Lodi, rubano il van per il figlio disabile: dopo la denuncia della madre parte la raccolta fondi

A Ossago Lodigiano, in provincia di Lodi, ignoti ladri hanno rubato un van che serviva per il trasporto di Luca, ragazzino disabile di 15 anni. La madre, dopo la denuncia ai carabinieri, si è sfogata su Facebook chiedendo aiuto sul gruppo social “Sei di Lodi se…”. Alcuni membri del gruppo hanno subito fatto partire una raccolta fondi con l’obiettivo di far ricomprare il van alla famiglia di Luca: “Facciamo vedere che nel mondo ci sono persone per bene”.
A cura di Francesco Loiacono
203 CONDIVISIONI

Ignoti hanno rubato il van di una famiglia residente a Ossago Lodigiano, in provincia di Lodi. Quello che poteva rimanere un "normale" caso di cronaca, purtroppo piuttosto frequente, si è però trasformato in un esempio di come i social network possano far emergere anche il lato positivo delle persone. Perché il van in questione, un Mercedes Viano, era attrezzato per il trasporto di Luca, ragazzino 15enne affetto da distrofia muscolare e costretto quindi su una sedia a rotelle. E quando la madre di Luca ha pubblicato un post sulla pagina Facebook "Sei di Lodi se…" per denunciare il furto subito, immediatamente è scattata la solidarietà degli altri membri del gruppo. E così, sulla piattaforma GoFundMe, è stata aperta una raccolta fondi che in poche ore è già arrivata a oltre quattromila euro: l'obiettivo è raggiungerne 15mila in maniera da consentire alla famiglia di Luca di comprare un nuovo van per poterlo portare a scuola, alle varie visite mediche di cui necessita e in generale per garantirgli le tante esperienze quotidiane di cui il ragazzo ha bisogno.

Il post su Facebook e la solidarietà social

Il furto è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì. Paola, la madre di Luca, ha pubblicato il post il mercoledì pomeriggio, dopo essere andata dai carabinieri a denunciare il furto del furgone: "L'auto per noi è particolarmente importante perché ha installato una pedana per disabili che serve al trasporto di nostro figlio in carrozzina – ha spiegato -. Naturalmente abbiamo già allertato le forze dell'ordine ma vi chiedo comunque la cortesia di tenere gli occhi aperti, anche perché la macchina è grande, tipo pulmino, non passa inosservata. Grazie per l'aiuto che potrete darci".

L'aiuto si è subito concretizzato non solo in decine di messaggi di conforto (e anche di insulti agli autori del furto), ma anche in una raccolta fondi: "Abbiamo aperto una raccolta fondi su GoFundMe – ha scritto un'utente del gruppo social – Facciamo vedere che nel mondo ci sono persone per bene!". La stessa ha poi cercato di confortare la madre di Luca: "Paola ti aiutiamo noi, ci stiamo già muovendo! Abbi fede che per ogni persona tremenda ci sono tante brave persone!".

203 CONDIVISIONI
Bleona Tafallari, la 19enne dell'Isis: raccoglieva soldi per le donne del Califfato prigioniere in Siria
Bleona Tafallari, la 19enne dell'Isis: raccoglieva soldi per le donne del Califfato prigioniere in Siria
"Sei una schiava perché sei invalida": violenta moglie disabile e molesta figlia 13enne, condannato
"Sei una schiava perché sei invalida": violenta moglie disabile e molesta figlia 13enne, condannato
Prende a pugni la professoressa che le ha sospeso la figlia: madre condannata a una multa da mille euro
Prende a pugni la professoressa che le ha sospeso la figlia: madre condannata a una multa da mille euro
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni