75 CONDIVISIONI

La comunità ebraica boccia la mozione del Comune di Milano su Israele, Nahum: “Non capisco la polemica”

Palazzo Marino approva una mozione sul conflitto israelo-palestinese. Ma la comunità ebraica non ci sta: “Come uno schiaffo, serviva un messaggio chiaro”. Replica il promotore Daniele Nahum: “Il sindaco Sala è sempre stato in prima linea sulla condanna di gesti antisemiti”
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Francesca Del Boca
75 CONDIVISIONI
La manifestazione pro Israele organizzata dalla comunità ebraica in Piazza Castello a Milano; il consigliere Pd Daniele Nahum
La manifestazione pro Israele organizzata dalla comunità ebraica in Piazza Castello a Milano; il consigliere Pd Daniele Nahum

Il Comune di Milano ha recentemente votato una mozione sul conflitto israelo-palestinese: il documento, proposto un mese fa e approvato soltanto ieri con 22 voti favorevoli su 31 consiglieri di maggioranza, chiede il rilascio degli ostaggi rapiti da Hamas, la condanna degli episodi di antisemitismo e una tregua umanitaria. Ma il presidente della comunità ebraica Walter Meghnagi non ci sta. "È stato come ricevere uno schiaffo", il suo commento lapidario. "Serviva un messaggio chiaro di condanna".

"La mozione però parla chiaro. La condanna c'è eccome", replica il consigliere dem (nonché esponente della comunità ebraica) Daniele Nahum, promotore del documento. "In primis c'è la condanna agli slogan antisemiti, che tra l'altro abbiamo denunciato proprio io e Emanuele Fiano, nelle recenti manifestazioni pro Palestina che di per sé, come ho sempre sostenuto, sono legittime. Non lo sono quando sfociano nell'odio".

Tra le perplessità del presidente della comunità anche la posizione del sindaco Beppe Sala, ritenuta troppo tiepida ("Speravamo che almeno in Consiglio Sala avrebbe espresso una posizione forte. Non chiediamo una posizione politica, ma che il sindaco prenda una posizione contro gli atti antisemiti", le sue parole). "Sinceramente non capisco la polemica", protesta ancora Nahum. "Il sindaco Sala si è sempre espresso, fin dall'inizio. È sempre intervenuto, ha sempre condannato gesti antisemiti. Per il pogrom del 7 ottobre ha addirittura esposto la bandiera di Israele sulla facciata di Palazzo Marino".

Tra le critiche della comunità, anche i tempi del voto e, soprattutto, il silenzio del primo cittadino in aula durante la votazione di ieri. "Ma il sindaco è sceso apposta in aula, non è sempre presente in Consiglio. È venuto e ha dato un forte segnale", conclude il consigliere del Partito Democratico.

75 CONDIVISIONI
Perché la comunità ebraica di Milano attacca la canzone di Ghali a Sanremo e cosa risponde il cantante
Perché la comunità ebraica di Milano attacca la canzone di Ghali a Sanremo e cosa risponde il cantante
Il giudice boccia l'app per le multe del Comune di Milano: "Il sistema ha troppe lacune"
Il giudice boccia l'app per le multe del Comune di Milano: "Il sistema ha troppe lacune"
A Milano i sindacati degli agenti della polizia locale portano il Comune in Tribunale
A Milano i sindacati degli agenti della polizia locale portano il Comune in Tribunale
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views