200 CONDIVISIONI
Elena Casanova uccisa a martellate dall'ex
27 Ottobre 2021
17:32

Oggi i funerali di Elena, uccisa con 16 martellate dall’ex: un palloncino rosso legato alla bara

Si sono svolti oggi pomeriggio, mercoledì 27 ottobre, i funerali di Elena Casanova a Castegnato, comune in provincia di Brescia. La donna è stata uccisa la scorsa settimana dall’ex compagno. In totale le ha inferto sedici martellate. L’uomo adesso si trova in carcere. Sempre nella stessa giornata è stato proclamato il lutto cittadino.
A cura di Ilaria Quattrone
200 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elena Casanova uccisa a martellate dall'ex

Un palloncino rosso legato alla bara e un paio di scarpe dello stesso colore fuori dalla chiesa: i due simboli contro la violenza di genere sono stati portati oggi, mercoledì 27 ottobre, al funerale di Elena Casanova. La donna è stata uccisa la scorsa settimana dall'ex compagno Ezio Galesi in mezzo a una strada di Castegnato, comune in provincia di Brescia. In totale le ha inferto sedici martellate. Dopodiché, dopo aver affermato "Avevo detto che l'avrei fatto e l'ho fatto", ha acceso una sigaretta e aspettato i carabinieri ai quali ha confermato la sua volontà a uccidere. L'uomo adesso si trova in carcere a Brescia.

Proclamato il lutto cittadino

Sempre oggi è stato proclamato dal sindaco Gianluca Cominassi il lutto cittadino: oltre alle bandiere a mezz'asta, tutti i negozi hanno tenuto le serrande abbassate. Presente al funerale di Elena, anche la figlia di 17 anni Alice. Come riportato dal quotidiano "Il Giornale di Brescia", la ragazza ha accompagnato il feretro fino all'altare. Con lei tutti i suoi famigliari e diversi amici che la sostengono in questo momento di dolore. Il giorno dell'omicidio, la 17enne si trovava insieme al padre ed ex marito della donna che, dopo averla portata a casa, è andato sulla scena del crimine.

Ezio Galesi, l’assassino
Ezio Galesi, l’assassino

Cellulari sotto sequestro

Intanto proseguono le indagini degli inquirenti. I telefoni cellulari di Galesi e di Casanova sono stati sottoposti a sequestro: da questi si potrà capire se ci siano state minacce, come finora emergerebbe, da parte dell'uomo. Sembrerebbe infatti che Elena, come dichiarato da alcune sue amiche, avesse paura perché intimidita dall'uomo: l'uomo avrebbe provato a tagliarle le gomme dell'auto e anche rivolto a lei alcune scritte sul muro.

200 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni