14 Settembre 2021
11:59

In Lombardia l’80 per cento degli over 12 ha completato la vaccinazione: è la prima regione d’Italia

La Lombardia è la prima regione italiana che ha raggiunto il traguardo dell’80 per cento della popolazione vaccinata. Lo ha annunciato in un messaggio sui social la vicepresidente e assessora regionale al welfare Letizia Moratti. La Regione intanto è pronta a partire il 20 settembre con la terza dose per i cittadini più fragili.
A cura di Simona Buscaglia
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

La Lombardia è la prima regione italiana a raggiungere il traguardo dell'80 per cento della popolazione con più di 12 anni vaccinata. Lo ha dichiarato in un messaggio sui social questa mattina la vicepresidente e assessora al welfare Letizia Moratti: "Abbiamo superato l'80 per cento di vaccinazione completa della popolazione lombarda vaccinabile. Grazie a tutti gli operatori e ai cittadini lombardi – ha detto – Proseguono intanto le adesioni che nella nostra Regione hanno toccato la media dell'87 per cento, con punte del 96 per cento (per gli over 80), del 93 per cento per gli over 60 e dell'82 per cento per la fascia tra i 12 e 29 anni". L'annuncio arriva poche ore dopo quello del governatore lombardo Attilio Fontana sulle terze dosi, che prenderanno il via il 20 settembre.

Prosegue la campagna vaccinale con le unità mobili

Proseguono intanto le vaccinazioni anti-Covid in Lombardia con l’ausilio dei camper messi a disposizione da Areu (Azienda Regionale Emergenza Urgenza della Lombardia) su cui opera il personale medico regionale. Nella prima settimana di settembre, considerata tra le date 2-8 settembre, nel territorio dell’Ats Milano Città Metropolitana sono state somministrate oltre 900 dosi senza prenotazione. I dati fanno riferimento ai cittadini che hanno ricevuto una dose di vaccino in cinque Comuni nel Milanese: San Giuliano Milanese, Lodi, Motta Viconti, Sesto San Giovanni e Corsico.

Per la terza dose cominciano gli immunodepressi

A confermare quanto già anticipato settimana scorsa, arriva una nota ufficiale dell'assessorato welfare regionale: a partire con la terza dose in Lombardia saranno gli immunodepressi. "Si inizierà – precisa l'assessorato al welfare regionale in una nota – dai pazienti trapiantati di organo solido e di cellule staminali ematopoietiche e si proseguirà con le altre categorie di pazienti immunocompromessi, come i pazienti in chemioterapia. In attesa della puntuale definizione della popolazione target da parte del Ministero della Salute, l’Unità di Crisi di Regione Lombardia ha già definito le attività e le priorità per l’elaborazione del piano operativo per la somministrazione di dosi addizionali e dosi ‘booster'"

Vaccini, in Lombardia l'83 per cento di chi ha più di 12 anni ha ricevuto almeno una dose
Vaccini, in Lombardia l'83 per cento di chi ha più di 12 anni ha ricevuto almeno una dose
Covid, La Vecchia: "Nonostante l'80% dei vaccinati l'immunità di gregge non è raggiungibile"
Covid, La Vecchia: "Nonostante l'80% dei vaccinati l'immunità di gregge non è raggiungibile"
Altro che no vax, la risposta dei 20enni lombardi: oltre il 90 per cento ha aderito al vaccino
Altro che no vax, la risposta dei 20enni lombardi: oltre il 90 per cento ha aderito al vaccino
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni