Non ci sono ancora i nomi dei candidati del centrodestra e del centrosinistra per le Comunali del 2021 di Milano. Se da un lato Beppe Sala prende tempo, rimandando l'annuncio di una corsa bis a Palazzo Marino a qualche mese, dall'altro la coalizione rappresentata principalmente da Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia, continua a fare melina, nonostante il presunto leader del movimento, Matteo Salvini, abbia dichiarato che il nome ci sarà entro l'autunno.

Gallera glissa su una sua candidatura: Io mi occupo della Regione

A parlare delle elezioni del prossimo anno nel capoluogo di regione lombardo, è stato anche l'attuale assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera che a margine di una seduta in Consiglio, ha spiegato che "la Lega, che è oggi l'azionista di maggioranza della coalizione, ha l'onere e l'onore di sottoporre proposte che verranno valutate da tutti". Successivamente, in merito ad una sua eventuale disponibilità a correre per il ruolo da primo cittadino di Milano, come qualche sua dichiarazione aveva suggerito in piena pandemia Covid, Gallera ha glissato, dicendo che "per quanto mi riguarda io mi occupo della Regione e dei problemi che ci sono oggi per i nostri cittadini". Nello specifico, comunque, Gallera spiega che Forza Italia, il partito ancora più votato per il centrodestra su Milano, "vuole una lista che possa rappresentare per molti civici non legati ai partiti un punto di riferimento. Il nostro obiettivo è di aprire la lista dei candidati a tutto il mondo liberalriformista che ha scritto la storia della città". Storia ormai interrotta quasi un decennio fa, con la vittoria di Giuliano Pisapia ai danni di Letizia Moratti, successo poi bissato con l'elezione a sindaco di Beppe Sala che nel 2016 battette Stefano Parisi.