(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Procedeva in sella alla sua bici su una strada statale, a quanto pare senza fanali né un giubbotto rifrangente che potesse farlo notare. Un uomo di 61 anni è stato investito da un'auto ed è ora ricoverato in fin di vita in ospedale. Il grave incidente stradale è avvenuto nella serata di ieri, giovedì 21 gennaio, a Moglia, in provincia di Mantova. Il ciclista, un muratore 61enne residente a Sustinente, stava percorrendo la statale 413 in sella alla sua bici quando, per cause da accertare, è stato travolto da un'auto guidata da un ragazzo residente a Moglia. L'incidente si è verificato attorno alle 18, in un tratto di strada rettilineo e senza illuminazione: stando a quanto riferito dall'automobilista, la bicicletta era sprovvista di fanali o di altri segnali luminosi e il conducente se la sarebbe trovata davanti all'improvviso, senza riuscire a evitare l'impatto.

Il ciclista è ricoverato in prognosi riservata

Saranno naturalmente le indagini delle forze dell'ordine a verificare il racconto del giovane, ricostruendo l'esatta dinamica dell'accaduto e accertando le eventuali responsabilità. La speranza è che le condizioni dell'uomo investito possano migliorare: il ciclista è stato sbalzato a diversi metri di distanza dal luogo dell'impatto e quando è stato soccorso dagli equipaggi del 118, intervenuti a bordo di un'ambulanza e un'automedica, non era cosciente. Nell'incidente ha riportato un grave trauma cranico e diverse ferite su tutto il corpo: è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Baggiovara di Modena, dove è ricoverato in prognosi riservata. Le prossime 48 ore potrebbero essere decisive per capire se l'uomo riuscirà a sopravvivere.